Calcio: L’Atletico Ribera, sconfitto a Trapani, forse perde le speranze di essere protagonista

602

Ancora una sconfitta, seppure di misura, per l’Atletico Ribera del presidente Salvaggio. Gli atleti biancocelesti, dai quali ci si aspettava il riscatto, dopo la sconfitta casalinga con il Cianciana, escono battuti dalla gara con il forte 5 Torri Trapani con il risultato di 2-1. E dire che il Ribera va in vantaggio al 10’ del primo tempo con una bella rete di Abbene, su un preciso assist di Giaretti, a seguito di un’azione corale di tutta la squadra.

Certamente l’espulsione di Tramuta al 18’ del primo tempo avrà influito non solo sul morale della squadra rimasta in 10 per buona parte della gara, ma anche sul gioco d’insieme. Sta di fatto che al 31’ su calcio piazzato l’attacco trapanese va in rete con il centravanti.

Nella ripresa, un infortunio manda  ko il Ribera. Al 15’ Di Caro effettua una miracolosa parata, ma sulla ribattuta il pallone carambola su Soldano, entrato al 23’ al posto di Abbene per scelta tattica, e rotola inesorabilmente in rete. E’ il 2-1 per i padroni di casa.

Al 27’ il Ribera non ha proprio fortuna per pareggiare perché una botta di Indelicato si stampa sulla traversa, con la sfera che scivola fuori. Poi si registra un tiro alto di Giaretti. Fabio Ceroni sostituisce Giaretti. Inutile il forcing finale riberese. Al 92’ Li Greci, che era entrato in campo al posto di Schifano, viene espulso dall’arbitro per un fallo plateale su un avversario.

Si tratta della seconda sconfitta consecutiva che, seppure ci si trovi ad inizio di campionato, farà discutere non solo gli sportivi, ma anche la stessa dirigenza e la squadra che tuttavia presenta delle buone individualità. Certamente appena 5 punti in 5 gare disputate erano davvero difficile prevederli alla vigilia del campionato.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO