Ribera: Il Movimento 5 Stelle al sindaco Pace “Mettete in sicurezza gli argini dei fiumi”

683

La salvaguardia degli argini dei fiumi Verdura, Magazzolo e Platani e tutti gli appezzamenti dei terreni agrumeti adiacenti sono stati l’oggetto di un’audizione regionale sul consorzio di bonifica Agrigento 3 promossa dal deputato regionale Matteo Mangiacavallo. Per tale ragione il Movimento Meetup Ribera 5 Stelle chiede al sindaco Carmelo Pace di programmare, con le istituzioni regionali, nazionali ed europee, gli interventi necessari per evitare i disastri ambientali e i consequenziali danni a tutta l’economia agricola del comprensorio.
In quella sede – ricordano i componenti del direttivo riberese 5 Stelle, Patrizia Giglitta, Franco Catalanotto, Amedeo Riggi, Filippo Caternicchia – si è convenuto con alcuni esponenti del governo regionale e con i responsabili del consorzio di bonifica che bisogna dare avvio ai lavori di sistemazione degli argini nei punti più sensibili, attraverso la cooperazione tra consorzio e genio civile. Ad oggi lo stato degli argini risulta essere uguale, se non peggiore, a quello del 2014, specialmente dopo le disastrose esondazioni del Platani e del Verdura che hanno creato ingenti danni al settore agricolo, sia alle colture che alle aziende e al patrimonio meccanico.
Nella nota, inviata al sindaco Pace, si legge che “ il nostro portavoce al Parlamento Europeo Ignazio Corrao, M5S, con un’interrogazione alla Commissione Europea, ha evidenziato la mancata trasparenza dell’utilizzo dei fondi europei destinati al dissesto idrogeologico in regione, in particolare per la Sicilia nella scorsa programmazione 2007/2013 erano stati messi a disposizione circa 161 milioni di euro, mentre per la nuova programmazione 2014/2020 sono previsti circa 264 milioni di euro.
Considerando che Ribera è il comune più esteso geograficamente tra quelli vicini a questi corsi d’acqua, chiediamo qual è l’interesse dell’amministrazione comunale e del sindaco Pace nell’attivarsi per ottenere i fondi europei per la messa in sicurezza degli argini dei tre corsi d’acqua che attraversano tutto il territorio riberese”.
Il Movimento 5 Stelle rammenta che gli ultimi episodi climatici hanno messo in ginocchio l’agricoltura e le sue strutture, soprattutto sui fiumi Verdura e Platani, dove vaste estensioni di agrumeti sono andati a finire a mare o sono stati allegati per cui le istituzioni da quelle locali a quelle europee devono intervenire.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO