Ribera: Arrestato Dangelo, lo scippatore delle anziane

1699

Individuato ed arrestato lo scippatore che ha tenuto con il fiato sospeso la città, specie durante l’estate scorsa quando il malvivente riberese, a bordo di un piccolo motore, scorazzava in lungo e in largo per la città, scegliendo le sue vittime da scippare, di giorno e in pieno centro abitato. Teatro dello scippo è stata l’estate scorsa la via Samaritano. Dopo due mesi e mezzo di accurate indagini da parte dei carabinieri della tenenza di Ribera, l’episodio malavitoso ha trovato il suo epilogo.

Dangelo Roberto

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sciacca ha chiesto ed ottenuto dal G.I.P. l’ordinanza che dispone l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Roberto Dangelo, trentacinquenne di Ribera, con origini familiari di Cattolica Eraclea, resosi responsabile, lo scorso 23 agosto, di una cruenta tentata rapina ai danni di una donna settantanovenne, pensionata riberese. Il Dangelo, a bordo del proprio motociclo, aveva tentato di strappare la borsa che la vittima teneva ben stretta al braccio nella via Samaritano, una stretta via, parallela al corso Umberto I, a circa 250 metri dal palazzo comunale e, nel tentativo di vincere la resistenza da questa opposta, la faceva cadere per terra trascinandola sull’asfalto per diversi metri tanto da cagionarle gravi lesioni.  La donna è stata ricoverata presso l’ospedale di Ribera con escoriazioni, lividi e qualche lesione ossea.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica e svolte dalla Compagnia Carabinieri di Sciacca, con la collaborazione dei militari di Ribera, al comando del tenente Elpidio Balsamo, hanno visto i militari impegnati nella raccolta di elementi probatori sia nell’escussione di testimoni che nell’acquisizione di filmati di videosorveglianza comunale di telecamere che inquadravano la zona urbana del centro storico.

In particolare, i militari della Tenenza di Ribera, visionando le immagini, sono riusciti ad identificare l’autore e fornire un quadro probatorio tale da motivare l’emissione del provvedimento restrittivo nei confronti di Roberto D’Angelo che, già gravato da precedenti penali e noto agli inquirenti, è stato tratto, quindi, in arresto e condotto presso la casa circondariale di Sciacca ove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. I carabinieri stanno vagliano altre situazioni relativi a scippi accaduti a Ribera, Lucca Sicula e Cattolica Eraclea, nello stesso periodo e modalità similari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here