Montevago: Oggi convegno della Fillea Cgil “Dal bene confiscato al lavoro produttivo”. Un progetto per la Calcestruzzi Belice

601

La Fillea CGIL di Agrigento intende discutere di “beni confiscati alla mafia” anche nella nostra provincia, con particolare riferimento alle Aziende confiscate  (la scelta di Montevago non è casuale) e rivendica rapporti più organici e stretti tra sindacato, agenzia dei beni confiscati, tribunale, amministratori giudiziari, per intervenire già dal primo giorno del sequestro di un’azienda ed elaborare un piano industriale che salvaguardi l’attività produttiva e l’occupazione.

La Cgil, che assiste, in Sicilia,  i lavoratori di numerose aziende confiscate, chiede l’applicazione di modelli gestionali che superino i limiti e gli errori di un passato condizionato da una visione troppo ‘burocratica’ e poco imprenditoriale, ai fini di una corretta conduzione delle vertenze. Rivendicando un’esperienza ormai decennale nei sequestri seguiti, il sindacato propone la sua collaborazione come punto di riferimento nell’elaborazione tecnica, per evitare che con la confisca definitiva, come accade nel 90% dei casi, le aziende chiudano.

La realtà denunciata dalla Cgil ha visto il sindacato chiamato a intervenire spesso troppo tardi, amministratori non disponibili a fornire i dati dei libri contabili delle aziende, e amministrazioni giudiziarie che, nei momenti di difficoltà di un’impresa, hanno scaricato le responsabilità sui lavoratori, spingendoli a costituire cooperative per tentare di evitare una chiusura o un fallimento.

Su questi temi il Sindacato si è fatto portatore di un organico Disegno di Legge di Iniziativa Popolare che sta facendo il suo iter in Parlamento.

L’iniziativa di oggi, alle 9,30 nell’aula consiliare del palazzo comunale, sarà presieduta da Massimo Raso – segretario CGIL AGRIGENTO, saranno aperti dal saluto del Sindaco di Montevago Calogero Impastato e prevede le relazioni di Vito Baglio Segretario generale della FILLEA CGIL Agrigento e di Franco Tarantino Segretario generale della FILLEA CGIL della SICILIA.

Interverranno anche Mimma Argurio della Segreteria Regionale CGIL, Luigi Castiglione, operaio della “Calcestruzzi Belice”, Salvatore Argento Presidente LegaCoop Agrigento.

I lavori saranno conclusi da Salvatore LO BALBO  Segretario Nazionale della FILLEA CGIL.

Alla iniziativa sono stati invitati il Prefetto, I sindaci della Provincia e la deputazione nazionale e regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here