Calcio Atletico Ribera: Abbene protagonista nel bene e nel male

601

E’ stato Abbene il protagonista nel bene e nel male, per l’Atletico Ribera, della partita che la squadra biancoceleste del presidente Salvaggio ha giocato e pareggiato sul campo neutro di Mazara del Vallo. La mezzala saccense ha avuto il demerito di sbagliare un favorevole calcio di rigore nel primo tempo quando, con il presumibile vantaggio riberese, la partita poteva prendere un’altra piega. Lo stesso atleta, a tempo ormai scaduto, quando l’arbitro stava per fischiare la fine, ha avuto il merito, la chance di calciare, sulla punizione procurata da Giaretti, di indovinare lo specchio della porta e di battere l’estremo difensore trapanese con un tiro che si è insaccato sotto la traversa. La mezzala dell’Atletico Ribera è stato bravo a tirare fuori il coniglio dal cilindro, quando la sconfitta era dietro l’angolo e quando l’amarezza avrebbe serpeggiato in tutta la squadra.

Non è che il Ribera abbia fatto una grande partita, in parte condizionata dal vento. Può recriminare su un presunto fallo da rigore subìto da Giaretti e non visto dall’arbitro. La nota stonata della partita è stata la designazione, da parte della Lega Sicula, dell’arbitro, il signor Reina, che è di Marsala. Un direttore trapanese di gara per una squadra trapanese in campo.

La compagine di mister D’Anna può tirare fuori un sospiro di sollievo perché in fondo Ceroni e compagni su tre gare già disputate ha ottenuto due pareggi esterni e una vittoria interna che valgono 5 punti.

Per noi, e crediamo anche per l’Atletico Ribera, il bicchiere è mezzo pieno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here