Ribera – Caltabellotta – Cianciana: delibere di consiglio e assemblea sulla nuova legge sull’acqua pubblica

693

Lavorano alacremente i consigli comunali di diversi centri agrigentini per l’approvazione degli atti deliberativi per la gestione associata del servizio idrico integrato. In questi giorni si sono riuniti e hanno approvato le delibere i consigli comunali di Ribera e di Caltabellotta, mentre a Cianciana, che non fa parte dei comuni che hanno consegnato le reti idriche sette anni fa, si è svolta un’assemblea pubblica.

acqua-pubblica protesta sindaci Palermo - Copia

Con il voto di tutti i consiglieri comunali, sia a Ribera che a Caltabellotta, i civici consessi hanno esitato all’unanimità le delibere che riguardano la gestione in forma associata, diretta ed unitaria, del servizio idrico integrato e la  proposta di costituzione di sub Ambito Territoriale Ottimale, in base all’articolo 5, comma 6, della legge regionale  n. 19 dell’11 agosto 2015. Le delibere sono state approvate in anticipo rispetto alla scadenza dei 90 giorni concessi dalla Regione Siciliana a partire dalla pubblicazione della legge. I comuni potranno gestire in proprio, in associazione con altri enti locali, la distribuzione idrica cittadina, quando la Regione istituirà i nuovi Ato.

acqua approvazione ddl acqua

A Cianciana, ieri,  alle 19, presso l’aula consiliare “Domenico Cuffaro” del centro sociale si è svolta l’assemblea cittadina, con all’ordine del giorno il tema della “Discussione sul Ddl 455 Discipline in materia di risorse idriche”  (Acqua Pubblica).
Ospite dell’incontro è stato l’on. Matteo Mangiacavallo, deputato del M5S all’Ars, che si è intrattenuto con autorità amministrative, istituzionali, associazioni e cittadini comuni per valutare i vantaggi della gestione in house.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO