Santo Stefano Quisquina: V Fera di tradizioni, suoni e sapori

816

Appuntamento sabato e domenica prossima con la quinta edizione della “Fera di Santo Stefano – Tradizioni, suoni e sapori dei Monti Sicani” che viene promossa, con un intenso programma di intrattenimento e di gastronomia, dal Gal Sicani e dal Comune di Santo Stefano Quisquina, con la fattiva collaborazione dall’associazione “Quisquinachannel”, dalla Pro Loco di Santo Stefano Quisquina, dalla Cooperativa “La Quercia Grande”.
La giornata di sabato sarà interamente all’insegna della tradizione gastronomica e dello spettacolo. In via Catania, alle ore 9,30, avrà luogo l’inaugurazione della rassegna fieristica con la presenza del gruppo folcloristico. Poi visita agli stand e degustazioni varie dei prodotti tipici locali. In serata, con inizio alle ore 21, la musica sarà protagonista in piazza chiesa madre con lo spettacolo musicale dal titolo “Armonie Sicane: Parole e musica per riscoprire i canti popolari siciliani”. Ad esibirsi per primo sarà il gruppo “Calandra & Calandra” di Alcamo, due fratelli, che presenteranno uno spettacolo di vecchie canzoni tradizionali siciliane riadattate e rielaborate. Seguirà poi un giovane musicista stefanese Libero Reina che, figlio d’arte (il padre Lorenzo ha creato la Fattoria dell’Arte e il parco di Andromeda), presenterà il proprio repertorio di musica folk siciliana. Sarà la volta infine di un ospite speciale, il noto cantautore Ezio Noto di Caltabellotta, musicista e ideatore del Dedalo Festival, il quale con testi e musiche scritti di proprio pugno, tutti in dialetto, canta una Sicilia in bianco e nero, l’opera dei pupi e “Disiu”.

Noto Ezio a Santo Stefano Q.
Tutti eseguiranno sia brani del repertorio musicale tradizionale, a volte reinterpretati dagli artisti, sia canzoni contemporanee che utilizzano il dialetto siciliano e riprendono le sonorità tipiche della tradizione musicale popolare isolana. Le esibizioni verranno precedute da momenti di approfondimento e da brevi interviste con gli artisti che permetteranno allo spettatore di capire meglio alcuni aspetti della musica tradizionale eseguita durante la serata.
Domenica, alle ore 9,30 in via Catena ci sarà l’apertura delle esposizioni della “V Fera di Santo Stefano”. In serata, alle 21,30 in piazza Belmonte cittadin e visitatori si immergeranno in un’atmosfera di altri tempi con una tavolata e con i piatti della tradizione sicana. Animerà la serata la folk-band “Teresa”. Il sindaco Francesco Cacciatore afferma: “La manifestazione segue la scia delle antiche fiere che si svolgevano a Santo Stefano che, fino alla prima metà del secolo scorso,, oltre ad avere una funzione
prettamente commerciale, erano un mezzo per la diffusione delle informazioni e delle tradizioni culturali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO