Ribera: Tempi lunghi per l’avvio dei lavori di costruzione del ponte Verdura sulla SS 115

837

I lavori di costruzione del nuovo ponte sul fiume Verdura, nel tratto della strada statale 115, tra Ribera e Sciacca, non partono perché pastoie burocratiche e tempi molto lunghi bloccano l’avvio del cantiere di un’opera pubblica che è stata consegnata dall’Anas alla ditta LC di Alcamo che ha vinto la gara di appalto già l’estate scorsa. Il progetto prevede che per dare inizio ai lavori, con la creazione dello stesso cantiere sul lato destro del corso d’acqua, occorre prima la bonifica bellica del terreno su cui nascerà la nuova via di comunicazione e poi di tutta l’area circostante sulla quale dovranno operare uomini e mezzi pesanti.

A tale sopralluogo dovranno seguire le indagini archeologiche sulla eventuale presenza nei pressi del fiume di reperti e siti antichi. Questa seconda fase è subordinata alla prima. Per avviare le indagini di natura bellica, previste per legge, la ditta appaltatrice ha già chiesto nello scorso agosto l’intervento della BCM, un’istituzione dello Stato, che si occupa del risanamento bellico del territorio. A quasi due mesi di distanza, non è ancora arrivato il nulla osta necessario per potere avviare i lavori e permettere l’ingresso dei bulldozer  lungo il corso del fiume Verdura.

Gli attuali ritardi potrebbero avere delle ripercussioni sui tempi di realizzazione del nuovo ponte perché, mentre oggi il tempo è bello e le giornate sono lunghe, tra qualche settimana, invece, con l’arrivo delle piogge autunnali e invernali e con la piena del fiume, le maestranze non potranno procedere con una certa celerità e recuperare il tempo già perso.

Ribera fiume-Verdura L'area di attraversamento del nuovo  ponte

La ditta trapanese ha un anno preciso di tempo, dalla consegna dei lavori, per ultimare l’opera pubblica per cui non si riesce proprio a capire come il nuovo ponte possa essere costruito entro il 2016, sempre che non si verifichino durante il percorso altri intoppi e ritardi, collegati alla viabilità della strada statale 115, l’unica che oggi sul territorio mette in comunicazione i centri delle province di Agrigento, Trapani e Palermo.

Per fortuna il transito veicolare, leggero e pesante, è assicurato oggi dalla passerella costruita nel marzo-aprile 2012 dall’Anas a fianco del vecchio ponte in parte crollato rovinosamente il 2 febbraio di quell’anno. Sarebbe opportuno che impresa appaltante, Anas e Comuni di Ribera e Sciacca facciano le dovute segnalazioni per accelerare l’inizio dei lavori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here