Montallegro: Per i fumi della città, scende in sciopero la popolazione

1304

Per protestare contro i fumi e i liquami che invadono la cittadina, la popolazione di Montallegro si fermerà per l’intera giornata di mercoledì 7 ottobre prossimo, manifestando la protesta generale con un corteo che partirà dal piazzale davanti la scuola media “Palumbo”, attraverserà tutto il centro abitato e andrà a fermarsi sul cavalcavia della strada statale 115, sulla provinciale che porta in contrada “Matarana” dove da anni è ubicata una grande discarica regionale, dalla quale – i montellegresi ritengono – arrivino i fumi nocivi alla salute pubblica e il percolato che i camion, di passaggio dal centro urbano, lasciano per le strade.

Montallegro camion della raccolta dei rifiuti

Nel documento inviato dal sindaco Pietro Baglio, a prefettura, questura, Regione Siciliana, assessorati vari, Arpa, Asp, carabinieri, sindaci di Cattolica Eraclea e di Siculiana e alla ditta Catanzaro, il primo cittadino montallegrese è più allarmato dalle notizie che arrivano da Palermo. “La preoccupazione dei cittadini di Montallegro – scrive il sindaco Baglio –  è ancora ulteriormente aumentata nell’apprendere, da notizie di stampa e dai mass media di stamani, che la discarica di Bellolampo di Palermo già dal 1° ottobre è chiusa chiusa per 57 comuni del palermitano e una buona parte di questi, come al solito, saranno autorizzati a conferire i rifiuti nella discarica di contrada Matarana”.

Lo stesso sindaco, dopo l’assemblea cittadina del 18 settembre scorso,  ha chiesto un incontro urgente al prefetto di Agrigento Diomede, il quale quattro giorni dopo ha ricevuto una delegazione di amministratori e cittadini. In quell’incontro è stato riferito che la popolazione di Montallegro intende rappresentare i propri sentimenti di frustrazione e di rabbia mediante una civile manifestazione di protesta. Stessa richiesta il Comune di Montallegro ha avanzato al presidente Crocetta, ma ad oggi gli amministratori non hanno avuto alcuna risposta.

Succede che in contrada “Matarana”, considerata ormai una delle tre-quattro discariche regionali, arrivano ammorbando l’aria, rifiuti solidi urbani da mezza Sicilia, da Trapani a Gela, da Palermo a Caltanissetta, e transitano dall’abitato di Montallegro circa 120-150 camion stracolmi al giorno, lasciando liquami sul selciato, nonostante le multe della polizia municipale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here