Montallegro – Per le esalazioni della discarica la popolazione va verso lo sciopero generale

934

Per le esalazioni e il fetore che da settimane incombono sulla cittadina, a Montallegro ormai si va verso lo sciopero generale, con la protesta di tutta la cittadina. Questo è quanto venuto fuori venerdì sera dall’assemblea cittadina aperta al pubblico e tenuta nella sala consiliare “Falcone-Borsellino”. E’ stato dato mandato al sindaco Pietro Baglio di chiedere le opportune autorizzazioni affinchè la popolazione possa manifestare in piazza il proprio malcontento perché per la puzza persistente la vita è diventata impossibile.
All’assemblea municipale, con circa 150 montallegresi, con parecchie donne, hanno parlato il sindaco Baglio, l’assessore Iatì, il consigliere Cirillo e poi i cittadini Schembri, Tavormina, Calderone, Sanna, Tortorici, Curallo e Caruso. Tutti hanno sottolineato i disagi e le preoccupazioni delle famiglie che convivono con un’aria irrespirabile, di giorno e di notte. Il dito è stato puntato sulla ditta Catanzaro che gestisce l’impianto di conferimento dei rifiuti solidi urbani di contrada “Matarana” dove arrivano in una sola giornata anche 120 camion stracolmi di immondizia da tutta la Sicilia.
Il sindaco Baglio, dopo avere annunciato di essere stato l’altro ieri a Palermo, all’assessorato per presentare le relazioni dell’amministrazione comunale, del consigliere Cirillo e dell’Arma dei Carabinieri, dopo l’animata riunione, ha scritto ieri mattina al prefetto Diomede per chiedergli un incontro al fine di chiedere subito le ispezioni dell’Asp e dell’Arpa di Agrigento allo scopo di conoscere la provenienza dei forti miasmi. L’impresa Catanzaro in una nota ha declinato ogni responsabilità, addicendo la causa alla presenza del percolato sulle strade dove passano i camion stracarichi di rifiuti. Comunque, i cittadini la giornata di protesta la vogliono fare e verso metà settimana.
Nella foto di Andrea Gagliano i cittadini riuniti nella sala consiliare “Falcone Borsellino” di Montallegro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here