Ribera: Per i problemi ospedalieri il sindaco chiede un incontro al direttore generale Asp. Mangiacavallo e Ruvolo hanno già incontrato Ficarra

738

Mancano qualche tecnico in radiologia e diversi inservienti socio-sanitari per cui non possono essere mantenuti i regolari turni di servizio 24 ore su 24. Ascensori fermi e ingresso ospedaliero ad utenti, familiari ed auto senza alcun controllo. Porte decisamente spalancate. Tali disservizi sono stati posti all’attenzione dell’amministrazione comunale che si è riunita con i capigruppo consiliari Paolo Caternicchia, Francesco Montalbano, Davide Caico, Nicola Inglese e Pellegrino Quartararo i quali hanno invitato il sindaco Carmelo Pace a chiedere al più presto un incontro con il direttore generale dell’Asp di Agrigento Salvatore Ficarra per esaminare tutta la problematica sanitaria non solo dell’ospedale di zona, ma dell’intero distretto sanitario.

Il nuovo decreto sulla riforma sanitaria regionale, ad oltre un anno dalla sua approvazione, non viene ancora attuato per cui non si capisce come e quando sarà valutata l’operosità dell’ospedale in termini di spesa e di numero di posti letto per stilare la graduatoria che dovrebbe portare alla chiusura dei piccoli ospedali. Con i servizi che funzionano a rilento e con alcune prestazioni che non possono essere garantite sia per il personale che manca e sia per il blocco di alcune apparecchiature, a Ribera, in ospedale, c’è una certa apprensione tra gli utenti ed operatori medici e sanitari.
Intanto, il senatore Giuseppe Ruvolo e l’ex sottosegretario di Stato Nenè Mangiacavallo hanno incontrato il direttore dell’Asp Ficarra a cui hanno chiesto notizie circa la specialistica ambulatoriale del distretto e le prospettive future della sanità riberese, alla luce del nuovo atto aziendale. Il direttore generale ha dato ampia disponibilità sia per il mantenimento delle unità operative esistenti, sia per l’unità operativa semplice di cardiologia che, oltre a fare fronte alle esigenze epidemiologiche del territorio, dovrà supportare l’attività del centro di d’eccellenza di riabilitazione cardiorespiratoria che dovrà essere attivato dalla Fondazione Maugeri, presso l’ospedale di Ribera.
Il direttore Ficarra ha confermato di avere completato l’iter amministrativo per l’apertura di una struttura ambulatoriale di riabilitazione neurologica pediatrica che molte famiglie, da tempo, aspettano. Per l’apertura della struttura si attende la conferma da parte dell’assessorato regionale alla Salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here