Ribera: La città rivuole le Suore del Boccone del Povero e la chiesa di San Giuseppe

1027

La città, le istituzioni, i comitati religiosi e i cittadini comuni rivogliono la presenza a Ribera delle Suore della Congregazione del Boccone del Povero, lo volgimento delle loro attività sociali e religiose e la riapertura della chiesa di San Giuseppe. Questo è quanto è stato chiesto ieri mattina, durante un vertice al palazzo comunale, all’avv. Bisso di Palermo che ha rappresentato le suore le quali nelle settimane scorse hanno chiuso l’ex orfanotrofio, la scuola materna e perfino la chiesa dove officiava messa don Gerlando Lentini.
All’incontro hanno preso parte il sindaco Pace, il presidente del consiglio comunale Tortorici, la giunta al completo, alcuni consiglieri comunali, l’avv. Micalizzi e Terranova in rappresentanza del comitato, padre Tortorici per la Curia arcivescovile, l’avv. Bisso per le suore e i dirigenti dell’ufficio tecnico comunale. Il sindaco Pace ha ribadito la volontà di tutta la città nel richiedere il ritorno delle suore, la riapertura della casa di via Cusmano e dell’annessa chiesa, nello spirito delle finalità della congregazione presente a Ribera da oltre mezzo secolo.
E’ stato ribadito con determinazione che giuridicamente la destinazione urbanistica del grande immobile non consente in maniera categorica l’ingresso nella struttura di privati con scopi prettamente commerciali. La proposta di riapertura sarà portata all’attenzione della madre generale che la prossima settimana rientrerà da una missione in Africa. La riunione è stata aggiornata al 25 settembre prossimo quando si spera possa essere presente pure la madre suor Borzellino.
Il locale comitato di San Giuseppe, che da alcune settimane ha presidiato l’esterno della casa delle suore, attaccando alle inferriate diversi striscioni con messaggi contro la chiusura, ha dato dimostrazione di buona volontà, con l’apertura di un dialogo e con la sospensione della protesta e la rimozione dei cartelloni. Le suore inizialmente avevano chiuso ad ogni colloquio con comitato e istituzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here