Ribera: Fioccano le multe per i cittadini sporcaccioni

1113

Era l’ora che i cittadini sporcaccioni venissero puniti severamente, con corpose multe, previste da un’ordinanza del sindaco Carmelo Pace. Dall’inizio del mese la polizia municipale, in pochi giorni, ha elevato un paio di dozzine di contravvenzioni per quegli utenti che abbandono i rifiuti lontano dalle aree di conferimento e in orari non consentiti. La polizia municipale ha attivato un servizio di vigilanza e di repressione, con personale in abiti civili e con autovetture non facilmente identificabili, non solo nel centro urbano, ma soprattutto nelle periferie cittadine, nelle località balneari e turistiche di Seccagrande, Borgo Bonsignore, Piana Grande, nei pressi dell’isola ecologica in contrada Scirinda e sul vasto territorio riberese, anche nei pressi degli alvei dei fiumi.

Rifiuti eternit-ed-amianto-alla-periferia-di-Ribera
La città e le sue frazioni sono diventate, specie durante la stagione estiva, quando il servizio di raccolta non ha funzionato al meglio per problemi di personale non retribuito e di mezzi meccanici fermi per avarie varie, delle pattumiere con aree urbane simili del tutto a discariche abusive. Sacchetti di spazzatura, contenitori di ogni tipo e misura, elettrodomestici e mobili in disuso hanno dato uno spettacolo poco edificante per il decoro di una cittadina che oltre ad agricola si pregia di definirsi pure turistica.
Menzioniamo pure i “cimiteri” di eternit, vecchie lastre e recipienti non più utilizzati di acqua potabile, presenti sulla trazzera di Sciacca, sulla strada comunale di Scirinda, sulla rotabile di San Leonardo e perfino sulla piazza Santa Rosalia, a fianco della bella villa comunale. Per la verità, i cittadini avrebbero preferito l’istituzione di un’isola ecologica comunale per l’eternit, in maniera da smaltire i rifiuti pericolosi, magari con il parziale aiuto finanziario del Comune di Ribera.

rifiuti discarica-scirinda-3-Copia
Oggi, vigili urbani, camuffati da cittadini comuni, nelle ore pomeridiane e soprattutto di sera e talvolta anche di notte, appostati nei pressi delle aree di raccolta, fermano gli utenti sporcaccioni, infliggono sanzioni pecuniarie che variano da un minimo di 50 fino ad un massimo di 600 euro e contribuiscono a tenere città e frazioni più pulite e decorose. Il sindaco Pace chiede la collaborazione dei cittadini e un migliore senso civico, nel rispetto dell’ambiente.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO