Santo Stefano Quisquina: Il comune esce dalla Sogeir e a partire da oggi avvia il servizio di raccolta dei rifiuti in house

1696

E’ il primo comune della provincia a gestire in house la raccolta dei rifiuti. Il servizio prende il via proprio stamattina con operatori e mezzi che arrivano dall’ex Sogeir da cui l’ente locale stefanese è uscito formalmente. La nuova società, che prende il nome di “Quisquina Ambiente srl”, sarà gestita direttamente dal comune di Santo Stefano Quisquina, con l’amministratore unico ing. Giuseppe Di Martino di Polizzi Generosa, nominato con determina del sindaco Francesco Cacciatore.
Il servizio dell’Aru prevede lo spazzamento della cittadina, la raccolta dei rifiuti e il loro conferimento alle discariche di Sciacca o di Siculiana. “Abbiamo scelto questa forma e modalità di servizio – ci dice il primo cittadino Cacciatore – quasi come una sfida, una autentica scommessa, che tra l’altro è stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale. Stiamo rispettando gli orientamenti e le norme indicate dall’assessorato regionale all’Energia e ai Servizi di Pubblica Utilità, salvaguardando soprattutto l’occupazione e cercando di ridurre i costi del servizio”.
Lo scopo che il comune di Santo Stefano si propone sarà quello di migliorare l’efficienza del servizio, di abbattere i costi di gestione, con ricaduta positiva sull’economia delle famiglie stefanesi. I problemi iniziali di personale e mezzi – precisa il sindaco Cacciatore – sono stati risolti con gli auto compattatori presi a noleggio dalla Sogeir e con sei unità lavorative trasferite dall’ex società con sede a Sciacca.

Santo-Stefano-Quisquina-Cacciatore-Francesco