Agrigento: L’Ordine degli Architetti da oggi ad Expo 2015 con il film documentario sull’architettura agrigentina

486

L’architettura trasforma il paesaggio, lo “perfeziona” riqualificandolo e, attraverso il riuso, lo rende a misura d’uomo, lo valorizza e gli conferisce bellezza. E’ tempo che torni a svolgere il ruolo primario grazie al quale ha reso il nostro Paese unico al mondo contribuendo anche alla salvaguardia dell’ambiente.
Con questo obiettivo, proprio per lanciare una sfida per il futuro, gli architetti agrigentini hanno realizzato il docu-film “Agrigentum, in signum Architecturae” che sarà presentato in anteprima nazionale sabato 22 agosto sul video wall di Piazzetta Sicilia, nell’ambito di “Expo 2015”.
Il cortometraggio, realizzato dal video maker palermitano Salvatore Tumminia, vuole raccontare, attraverso un viaggio breve, la provincia di Agrigento tra storia, cultura, paesaggio e architettura contemporanea, mettendo in risalto le opere degli architetti che, attraverso operazioni di riuso, recupero e riqualificazione, anche urbana, hanno contribuito a valorizzare, in maniera sostenibile, un territorio smart per sua vocazione, com’è quello agrigentino.
«Bisogna che si ritorni a parlare di architettura – dice Massimiliano Trapani, presidente dell’Ordine. E’ necessario che si ritorni a riconoscere agli architetti quel grande ruolo di protagonismo sociale che hanno nel momento in cui si discute di temi territoriali ed ambientali. In un momento di così grave crisi, che attanaglia la nostra professione, siamo consapevoli che per poterci risollevare dobbiamo riportare al centro dei nostri processi la valorizzazione e la riqualificazione del nostro patrimonio naturalistico, paesaggistico, storico e culturale. Il percorso da seguire per fare ciò è un percorso che deve avere come fondamento il progetto di architettura. Il progetto adesso deve diventare norma affinché si possa ritornare ad un eco sistema fondato sulla qualità e sulla bellezza, che sempre ha contraddistinto il nostro essere italiani. Con questo docu-film abbiamo voluto dimostrare che: gli architetti agrigentini sono pronti ad affrontare questa grande sfida del prossimo futuro»
.
«Un progetto fortemente voluto dal Consiglio dell’Ordine – dice Giuseppe La Greca, consigliere dell’Ordine – al fine di proseguire il processo di valorizzazione ed internazionalizzazione perseguito negli ultimi anni. Non potevamo mancare a questo grande appuntamento internazionale. L’EXPO è un’importante vetrina che si affaccia su un mondo in evoluzione verso un ambiente ed un paesaggio progettato in maniera consapevole e ecologicamente sostenibile. Con la nostra produzione abbiamo voluto dimostrare oltre la sensibilità al tema anche che gli architetti di Agrigento sono fortemente sensibili a questi richiami».
Il film è suddiviso in 3 episodi entro i quali saranno presentati studi universitari e tesi di laurea, progetti e opere già realizzate. Oltre 20 sono le opere selezionate a rappresentare una scuola di architettura moderna tra le più prolifiche e attente al paesaggio della Regione Sicilia. Interessanti sono, inoltre, i contributi di Valeria Scavone, docente di Urbanistica presso il Polo Universitario di Agrigento, Mimmo Fontana, Presidente regionale di Legambiente Sicilia, e di Andrea Bartoli, patron di Farm Cultural Park, che attraverso brevi interviste raccontano agli spettatori l’importanza del progetto architettonico per la valorizzazione del patrimonio culturale, naturalistico e paesaggistico.
Il documentario sarà in proiezione a partire da sabato 22 agosto sul video wall di Piazzetta Sicilia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here