Calamonaci: Premio della Bontà San Vincenzo Ferreri assegnato a Pino Spinelli

1660

Come operatore sanitario fa volontariato sia a Ribera, dove lavora professionalmente presso l’ospedale di zona, che a Calamonaci, dove vive con la famiglia. Per tale ragione, gli viene assegnato il tradizionale Premio della Bontà che si svolge nel quadro dei festeggiamenti del patrono San Vincenzo Ferreri. Si tratta di Pino Spinelli a cui è stata consegnata in chiesa una targa con la motivazione di avere operato a favore della collettività “per merito civili e religiosi”.
A consegnarli la targa del Premio San Vincenzo Ferreri sull’altare maggiore della madrice sono stati il presidente del comitato della festa patronale Enzo Montalbano, il parroco don Mario Di Nolfo e il sindaco Enzo Inga, nel corso di un’assemblea ecclesiale per i vespri in onore del santo e in presenza di centinaia di fedeli.
Pino Spinelli, che è il responsabile della sala operatoria del nosocomio di Ribera e anche coordinatore del 118 di Ribera e di Cianciana, al di là della sua attività professionale, nel tempo libero si dedica al volontariato, come impegno sociale e anche religioso a favore della collettività. Giovani ed anziani delle due cittadine trovano spesso nella sua competenza e nella sua disponibilità la soluzione ai problemi che si presentano quotidianamente. Ha una parola buona per tutti e un aiuto concreto per quanti hanno bisogno, anche di un semplice prelievo di sangue che fa con amore e disinteressatamente.
Tra gli altri impegni, riesce a fare il vicesindaco di Calamonaci ormai da due anni (è stato assessore per un quinquennio nella passata sindacatura) ed è anche il responsabile provinciale della Uil-Sanità di Agrigento.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO