Ribera: Il calcio non scompare perché l’Atletico Ribera spera nel ripescaggio in prima categoria

733

Il calcio per fortuna non scompare nella città delle arance perché la compagine dell’Atletico Ribera del presidente Pietro Salvaggio, già in seconda categoria, a giorni avanzerà richiesta di ripescaggio in prima categoria. Nella mattinata di ieri al palazzo comunale c’è stato un incontro tra il sindaco Carmelo Pace e il presidente del sodalizio Piero Salvaggio, accompagnato da alcuni dirigenti, per discutere della possibilità di utilizzare lo stadio comunale “Nino Novara” che ha bisogno di piccoli interventi di riparazione come l’intonaco della tribuna centrale, l’impermealizzazione del tetto da cui penetra la pioggia e la sistemazione della spugna a bordo campo, a protezione dei calciatori.
E’ stato concordato che i lavori si faranno al più presto sia con denaro comunale che con qualche somma messa a disposizione dalla società. I dirigenti nutrono speranze che la squadra possa essere ripescata e il cui esito è previsto per il 26 agosto prossimo quando la Lega Sicula chiuderà i gironi.
“Abbiamo un progetto sportivo e calcistico che iniziato qualche anno fa – ci dice il presidente del sodalizio Pietro Salvaggio – intendiamo portare avanti. Tanto è vero che abbia mo rinforzato la squadra con l’ingaggio di Giaretti, Li Greci, Abbene, i fratelli Ceroni e con Indelicato. Abbiamo in predicato di tesserare altri tre giovani calciatori juniores locali. Quando avremo la certezza matematica della promozione e in prima categoria potremo rafforzare maggiormente la squadra”.
In vista di questa possibilità nell’ambiente sportivo riberese circolano i nomi di Martorana, Argento e Ciancimino che di recente hanno militato nell’asd Ribera ’54 e che potrebbero indossare la casacca dell’Atletico, una società giovane e ambiziosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here