Cianciana: Intitolata ieri sera una piazza a Peppino Impastato, vittima della mafia

1330

La città ha una piazza e un monumento dedicato a Peppino Impastato, la vittima della mafia palermitana. La piazzetta, posta nel quartiere Ponte, ha ospitato ieri sera, a fianco della piazza Alessio Di Giovanni, la cerimonia di intitolazione con la presenza del sindaco Santo Alfano, di Eugenio Giannone, storico e rappresentante dell’Anpi, di Giovanni Impastato, fratello di Peppino, di Salvo Vitale e Antonino Piparo, compagni di lotta, e di Gaspare D’Angelo il quale ha sollecitato sei mesi fa al primo cittadino la realizzazione del monumento. L’accompagnamento musicale è stato eseguito dal maestro Ignazio Virzì.
“Cianciana è sempre stata sensibile a certe tematiche legate alla legalità democratica – ci ha detto Gaspare D’Angelo, ciancianese, docente a Bergamo – la nostra biblioteca è stata intitolata a Falcone e Borsellino. Oggi abbiamo dedicato una strada a Peppino Impastato, grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale e all’impegno del sindaco Alfano”.

Cianciana studenti di Addiopizzo
Si tratta di una targa posta sulla piazza e di un monumento in tufo su cui è stata posta una targa in marmo con le date di nascita e di morte di Impastato e con la scritta “Fiaccola perenne di libertà”.
Gaspare D’Angelo è da quel 9 maggio del 1978 attivo su tale fronte. Ogni anno porta a Cinisi un centinaio di studenti dopo un lungo lavoro propedeutico fatto di seminari, visione del film ” I Cento Passi” di M. Tullio Giordana. Con i ragazzi di Addiopizzo, gli studenti bergamaschi dell’ITIS “Paleocapa” si sono scambiati le magliette. Sono stati ricevuti all’Ars. da Rita Borsellino che per due ore ha colloquiato con gli orobici. E l’anno scorso, gli studenti, prima della partenza per Cinisi hanno realizzato un murales.
“Abbiano reso un doveroso omaggio ad una delle vittime della mafia – ci dice il sindaco Santo Alfano – la segnalazione del prof. D’Angelo è stata accolta in maniera tempestiva. La presenza dell’opera e del messaggio deve far riflettere soprattutto i giovani che devono combattere e sconfiggere la mafia soprattutto con la cultura”.

Cianciana murales studenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here