Ribera: Comunicato stampa Capi Gruppo Consiliari

923

Le scelte compiute durante i lavori dell’ultimo consiglio comunale, relative alla determinazione di alcune tariffe, propedeutiche all’approvazione del bilancio, hanno dato lo spunto ai consiglieri comunali di minoranza ed al dott. Mangiacavallo di fare affermazioni, sulla stampa fondate sul nulla e su false esposizioni dei fatti. E’ probabile che la recente sconfitta elettorale a qualcuno della minoranza o a qualche suo rappresentante “bruci” ancora, determinando la ricerca ansiosa di trovare o creare argomenti per attaccare il Sindaco e la maggioranza, scelti e voluti dagli
elettori.
I dissensi o le critiche da parte della minoranza fanno parte del gioco democratico, ma le strumentali insinuazioni o le falsità su argomenti che possano influire sui redditi delle famiglie, già provate dalla grave crisi economica, sono inaccettabili ed ingiustificabili.
Per tale motivo, non certo per fare sterile polemica, i componenti la maggioranza consiliare sentono il dovere e la necessità di fare chiarezza.
Il 15 luglio il dirigente degli uffici finanziari, dott. Raffaele Gallo (ragioniere capo indipendente non condizionato né condizionabile), depositava presso l’ufficio di presidenza la seguente proposta di delibera da votare in Consiglio Comunale:
– approvazione piano finanziario, tariffe e rate della componente TARI(tributi servizio rifiuti) anno 2015;
In data 20 luglio lo stesso dirigente, depositava la seguente proposta:
determinazione aliquote e detrazione per l’applicazione IMU 2015;
determinazione aliquote e detrazione componente TASI 2015.
Il dott Gallo, inoltre, chiariva che per le recenti novità legislative occorreva prevedere nuove entrate per reperire 205.784,17 euro, al fine di rispettare gli equilibri di bilancio. Una valutazione prettamente tecnico-contabile, in quanto il reperimento delle somme veniva demandato all’organo competente, cioè il Consiglio Comunale.
Non risulta a verità, pertanto, che sia stata la maggioranza o l’amministrazione a proporre “l’aumento delle tasse”.
I Consiglieri di maggioranza, nei giorni precedenti il consiglio comunale (la minoranza è stata invitata ma non ha accettato l’invito), si sono adoperati per trovare valide soluzioni e, alla fine, assumendosi l’onore e la responsabilità di reperire le somme necessarie per mantenere gli equilibri di bilancio, hanno evitato, con il loro voto, l’aumento delle tasse.
Non risulta a verità, pertanto, che sia stata l’azione di contrasto della minoranza a condizionare il voto finale.
In merito alla TARI (tassa sui rifiuti), istituita con la legge di stabilità 2014, si sono votate le modalità di pagamento del servizio, cioè il piano tariffario e le rate, infatti la TARI sarà pagata secondo il principio della tariffa, con un metodo più equo; si pagherà in base ai rifiuti prodotti.
Non risulta a verità, pertanto, l’aumento della tassa sui rifiuti come affermato dalla minoranza.
Questi gli inconfutabili fatti.
I componenti della maggioranza ribadiscono il loro continuo impegno finalizzato ad un unico obbiettivo, quello di fare gli esclusivi interessi di TUTTA la cittadinanza, consapevoli delle loro responsabilità, ma determinati e forti dei consensi elettorali ottenuti insieme al Sindaco Camelo Pace.

I capi gruppo consiliari

Lista Ribera – Paolo Caternicchia
Sicila Democratica- Francesco Montalbano
NCD- Nicola Inglese
Progetto Comune- Davide Caico
Indipendente Quartararo Pellegrino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here