Ribera – Interrogazione: installazione ripetitore telefonico all’interno della struttura sportiva di “Spataro”

941

Con delibera di Giunta n° 182 del 03/07/2015 l’Amministrazione comunale ha rilasciato una concessione per l’installazione di un nuovo ripetitore telefonico in città. L’antenna già autorizzata in via Ancona è stata spostata di fatto all’interno del campetto polivalente sito in C.da Spataro; il tutto a meno di 15 giorni dalla conclusione delle elezioni ed esattamente come da me preannunciato nel corso della campagna elettorale.
Ecco servito ai Riberesi la prima di una delle tante sorprese post-elettorali targate Pace bis: un presumibile aumento dell’inquinamento elettromagnetico in danno delle centinaia famiglie che vivono in quel quartiere, dei numerosi sportivi che frequentano abitualmente la struttura e dei tanti bambini iscritti alle scuole calcio.
Ciò premesso, parecchi sono i quesiti derivanti dalla lettura della delibera in oggetto sia di natura tecnica che di indirizzo politico; al fine di meglio comprendere la vicenda e di potere fare chiarezza, nel rispetto del mandato elettivo ricevuto, il sottoscritto Consigliere Comunale Benedetto Vassallo

INTERROGA

il Sindaco sia nella qualità di proponente la delibera che di massima autorità cittadina in tema di salute
– se gli uffici siano in possesso di tutti gli eventuali pareri relativi all’adozione di tale provvedimento quali ad esempio il parere Arpa, il parere dell’ufficio sanitario, SCIA e similari.
– se ritiene opportuno collocare l’impianto che genera notevoli emissioni di onde elettromagnetiche in una zona densamente abitata e all’interno della più frequentata struttura sportiva della città;
– se la concessione ottempera a quanto indicato nel “piano antenne” adottato dal comune di Ribera con delibera di Giunta Comunale n° 46 del 08/03/2008 e di Consiglio Comunale n° 44 del 30/09/2008;
– se ricorrono i presupposti e/o gli obblighi affinché l’atto venga preventivamente vagliato dalle commissioni consiliari competenti;
– cosa si intende nell’ultimo capoverso della Direttiva del Sindaco n° 81 del 30/06/2015 con la frase: “… infine nulla rileva il fatto che la società rinuncia all’installazione dell’impianto, già autorizzato e non revocato (via Ancona), e pertanto non risultando pertinente va eliminato ogni eventuale riferimento nella concessione…”;
– se la concessione per l’installazione di un’antenna della stessa tipologia in via Ancona è stata revocata o se si può ritenere tuttora valida con il rischio che venga sfruttata nel proseguo;
– come si spiega la contraddittorietà della delibera che da un lato considera la concessione provvisoria e dall’altro richiede che il bonifico venga eseguito entro e non oltre il 10 agosto di ogni anno;
– in che modo tale concessione è “…rispondente agli obiettivi dell’Amministrazione…”;
– quali criteri sono stati utilizzati per stabilire la congruità del canone annuo di 10.000 euro che la Wind telecomunicazione Spa si impegna a versare;
– se questa o le altre la “torre faro” potrebbero essere sfruttate da ulteriori compagnie telefoniche;
– se è previsto un piano di manutenzione e sicurezza dell’impianto;
– se si ritiene opportuno destinare tali somme per la tutela della salute anziché per la promozione del territorio come indicato in delibera.
Nel richiedere risposta scritta ai quesiti posti, si auspica che la celerità avuta nel rilascio di tale concessione venga ripetuta in tutte le richieste presentate agli uffici comunali dai comuni cittadini anche se non rappresentanti di multinazionali delle telecomunicazioni.

Ribera lì 21/07/2015 Il Consigliere Proponente Benedetto Vassallo

Per adesione
Liborio D’Anna
Fabio D’Azzo
Emanuele Li Voti
Claudia Lupo
Federica Mulè
Margherita Farruggia
Gioacchino Turano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here