Sciacca: la Cgil annuncia un’assemblea e un esposto sulla terme

456

Sulle Terme nei giorni abbiamo lanciato l’idea di un esposto alla Magistratura affinché persegua sul piano penale un decennio di responsabilità ed omissioni che fanno capo ai diversi livelli di responsabilità amministrativa e politica.
Sul piano civile occorrerà costruire una “class action” per recuperare e risarcire i danni economici patiti dalla Città e dalle forze economiche.
Noi siamo disposti, come CGIL, a tutti i livelli, a sottoscrivere ogni azione che porti all’accertamento ed alla sanzione di tali violazioni.
Dall’annuncio della nostra iniziativa abbiamo registrato prese di posizioni e di contatto con diversi ambienti cittadini.
Per tale ragione abbiamo deciso di convocare per il prossimo 25 Luglio, nella nostra sede, una ASSEMBLEA CITTADINA aperta all’Associazionismo, alle forze economiche e sociali ed alle loro organizzazioni, agli organi istituzionali, alle forze politiche ed alle rappresentanze parlamentari, ai Cittadini tutti che abbiano in comune la volontà di sottoscrivere con Noi tali iniziative giudiziarie.
Occorre far presto, anche perché occorre scongiurare il rischio dello “spezzatino”: ovvero la ventilata ipotesi di scomporre l’immenso ed importante patrimonio delle Terme in tante singole unità immobiliari che, probabilmente, fanno gola a qualche cordata locale: Noi restiamo convinti della necessità che il complesso dei beni resti unitario e che si persegua, per davvero, l’obiettivo di arrivare ad una sua gestione unitaria.

Massimo RASO                                Franco ZAMMUTO                      Franco CASTRONOVO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here