Villafranca Sicula: Il territorio di 5 comuni senz’acqua per irrigare. Il sindaco Balsamo scrive alla Regione

618

I comuni che si affacciano nell’alta vallata del fiume Sosio-Verdura sono senz’acqua per l’irrigazione e migliaia di ettari di agrumeto, soffrono la sete e rischiano l’esistenza. Lo sostiene il sindaco di Villafranca Sicula, Mimmo Balsamo, che ieri ha inviato una nota al presidente della Regione Siciliana, agli assessorati a Territorio, Ambiente ed Agricoltura e alla Protezione Civile. Il primo cittadino sostiene che il tavolo tecnico delle istituzioni, la cui nascita era stata deliberata a Palermo e a Ribera durante due distinte riunioni di conferenze di servizi, non è stato mai creato per affrontare il problema dell’erogazione dell’acqua da parte dell’Enel, lungo l’alto corso del fiume Sosio-Verdura, della sistemazione idraulica del corso d’acqua il cui letto è ancora fermo all’alluvione del 21 febbraio scorso e della riqualificazione delle strade di campagna e delle trazzere oggi ancora intransitabili.
I territori, danneggiati dall’alluvione dei mesi scorsi, sono stati quelli ricadenti nei comuni di Ribera, Caltabellotta, Villafranca Sicula e Burgio. Gli agricoltori dei centri collinari chiedono urgenti interventi perché il territorio a monte è privo della rete di irrigazione distribuzione dell’acqua del fiume. Il colmo della situazione è che tutti gli enti che hanno preso parte alle conferenze dei servizi (Genio Civile, Regione Siciliana, Protezione Civile, Ente di Sviluppo Agricolo) hanno dato la loro disponibilità ad intervenire, ma ad oggi la situazione è ferma al febbraio scorso, con milioni di piante di aranci che rischiano di morire.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO