Ribera: Il Comitato Spontaneo degli Agricoltori propone un’azione comune con i dipendenti del consorzio per evitare di bloccare l’irrigazione

814

Il Comitato Spontaneo Agricoltori si associa ai motivi della protesta dei lavoratori del consorzio di bonifica Agrigento 3 ed invita tutti i soggetti a vario titolo interessati ad un momento di riflessione. La proposta che noi avanziamo è di concordare azioni comuni in collaborazione con tutti i lavoratori dell’Ente, coinvolgendo sigle sindacali e organizzazioni di categoria, prima di arrivare a misure estreme, quali il blocco dei servizi e dell’irrigazione di migliaia di ettari di agrumeto. 
“E’ giusto fare fronte comune –  ha detto il presidente del CSA Giuseppe Colletti – per rivendicare legittimi diritti, quali il lavoro e la retribuzione, ma occorre pianificare le azioni di protesta con maggiore prudenza e rispetto per le esigenze di un settore già in crisi, quale è quello agricolo, a rischio sopravvivenza, ove venisse a mancare il bene vitale e prezioso dell’acqua ad uso irriguo?
Le inadempienze delle istituzioni nel garantire i pagamenti non devono farci dimenticare che siamo tutti uniti nella difesa dell’economia agricola, pertanto, invitiamo i lavoratori dell’ente a riunirci intorno ad un tavolo insieme agli agricoltori per discutere dei problemi e trovare i modi di risolverli, evitando di assestare il definitivo colpo di grazia alle colture agricole che abbisognano, proprio in questo periodo, di abbondanti irrigazioni per garantire la produzione”.