Ribera: disservizi ospedale, dagli ascensori alle inservienti

1041

Che possano mancare i medici in quanto gli organici sono ridotti ai minimi termini è un fatto assodato da qualche tempo, nonostante le ripetute richieste avanzate non solo dagli organismi sindacali, ma anche dalla stessa utenza. Ma che in ospedale non funzionino gli ascensori per il pubblico in visita potrebbe essere forse comprensibile per qualche guasto che a distanza di tempo non si riesce a riparare, ma che rimangano bloccati gli ascensori per il trasporto da un piano all’altro dei malati che spesso viaggiano in barella per raggiungere dai vari reperti la sala operatoria è decisamente un fatto inaudito, inspiegabile e che può mettere a rischio la vita dei ricoverati.
A segnalarci il grave inconveniente sono stati tra sabato e domenica alcuni familiari di utenti ricoverati che hanno assistito al fatto che alcuni malati non hanno potuto raggiungere le sale e i laboratori di diagnostica, disposti su piani diversi. Ci è stato riferito che le lamentele sono state avanzate non solo alla direzione sanitaria agrigentina, ma anche alle autorità amministrative locali con lo scopo di porre un rimedio all’inconveniente.
Gli ascensori che servono con il pubblico, ubicati nella sala d’ingresso dell’ospedale di zona, pare che non funzionino da qualche mese. Sulla porticina d’ingresso campeggia la scritta “guasto”. Quelli invece, interni, che danno sul corridoio e che vengono utilizzati per il trasporto delle barelle con gli utenti, funzionano a singhiozzo. Ieri mattina, uno era fermo totalmente, e l’altro funzionava a corrente alternata nel senso che non sempre arrivava ai piani di chiamata.
A pianterreno si trova collocato il pronto soccorso e la divisione di radiologia. Al primo piano c’è la sala operatoria di chirurgia, la degenza della Fondazione Maugeri e il servizio di endoscopia. Al secondo piano vi sono la degenza della chirurgia e le palestre di riabilitazione della Maugeri. Infine, al terzo piano della struttura ospedaliera della circonvallazione c’è l’unità operativa di medicina e gli ambulatori di cardiologia. Capita quotidianamente che i malati debbano salire e scendere da un piano all’altro per gli interventi chirurgici e per le indagini diagnostiche dei laboratori e capita spesso che l’ascensore si blocchi, impedendo il trasferimento dei ricoverati.
Un altro problema che è venuto fuori ultimamente è stato quello degli inservienti. Pare che ce ne sia uno soltanto per turno e per tutto l’ospedale, con difficoltà evidenti per tutti, dai malati al personale medico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here