Caltabellotta: Ha compiuto ieri 100 anni nonno Mariano Grisafi

1719

E’ nato il 5 luglio 1915 e ieri mattina familiari, parenti ed amici lo hanno festeggiato per l’anniversario dei 100 anni con una concelebrazione religiosa officiata nella chiesa di Sant’Agostino dai parroci don Giuseppe Marciante, don Giovanni Mangiapane e don Lillo Colletti. Parliamo del nonnino Mariano Grisafi che è stato circondato dall’affetto della moglie Nicolina Fisco di 91 anni, dalla figlia Francesca con il marito Filippo Barbata e dal figlio Giuseppe con la consorte Maria Caruso, dai nipoti Francesco con la fidanzata Elena, Mario e Nicoletta.
Il centenario, che svolgeva l’attività di agricoltore nei terreni di proprietà, è stato premiato dal sindaco Paolo Luciano Segreto, che è anche il suo medico curante, con una medaglia d’oro nella quale sono state incise le date di nascita e della festa di ieri. Il nonnino, con la consorte Nicolina casalinga, vive con la figlia Francesca a Sciacca, ma per il tutto il periodo estivo torna a Caltabellotta nella casa di famiglia nel vicolo Noto.
I coniugi Grisafi sono uniti in matrimonio nel centro montano nella chiesa del Carmine, l’11 febbraio del 1946, da don Luigi Montalbano. Mariano Grisafi ha una buona memoria e gli piace recitare delle poesie in dialetto.

Caltabellotta Grisafi Mariano
Il sindaco Segreto ci comunica che Caltabellotta è il paese dei centenari. A gennaio del 2016 Antonino Turturici compirà la veneranda età di 104 anni. Un’altra centenaria oggi in buona salute è nonna Pellegrina Cusumano che ha 101 anni. Entro l’anno in corso a loro si aggiungerà un altro centenario, Giuseppe Tornetta ed è vicino al traguardo di un secolo Nunzia Turturici.
Ecco di seguito la testimonianza del nipote del centenario Francesco Barbata.
Il nonno è nato il cinque luglio 1915 alle ore 9 del mattino, da Francesca Cusumano e Giuseppe Grisafi che al momento della nascita non era presente in quanto impegnato in operazioni militari .
ha vissuto fin dall’età di 13 anni come capo famiglia , per via del padre scomparso prematuramente. Primo di 5 fratelli, ha sempre lavorato come contadino nelle varie campagne di Caltabellotta. Ha fatto il militare di fanteria durante la seconda guerra mondiale, di stanza al reggimento di Trapani e successivamente inviato in Jugoslavia ; a seguito di fortunosi eventi è rientrato a Caltabellotta verso la fine della guerra. Poi ha continuato la sua vita facendo il contadino, sposando Fisco Nicolina il 11 febbraio 1946 e generando due figli : Giuseppe nato nel 1947 e Francesca 1955. Ad oggi passa le sue giornate a giocare a carte (briscola, scopa, qualche solitario) che sono la sua passione , insieme alle poesie in dialetto siciliano , adoperandosi nella lettura e nella ripetizione a memoria delle poesie a tutti quelli che lo vanno a trovare . Ama inoltre leggere le riviste nazionali settimanali e guarda ogni sera il programma di Carlo conti l’eredita’ . A tavola non si priva di nessun alimento , sebbene la sua passione siano i maccheroni al sugo con formaggio, e accompagna ogni pasto con un bicchiere di vino di casa prodotto con l’uva delle sue campagne, misto a gazzosa. Oggi , in occasione del centenario , il sindaco di Caltabellotta Paolo Segreto gli ha donato una medaglia recante le date di nascita e corrispondenza del centenario , ed una pergamena recante la copia fotostatica dell’originale atto di nascita del 1915.
È’ sempre atto un uomo semplice , conosciuto e rispettato dai suoi concittadini , il cui calore e’ stato espresso dai cittadini accorsi in massa alla celebrazione religiosa tenutasi per officiare il lieto evento centenario. Ogni venerdì , accompagnato da qualche parente , va dal barbiere a fare la barba , ed ogni quindi giorni taglia anche i capelli , intrattenendo ogni volta siano clienti che il barbiere con i suoi racconti di cento anni di vita passata e le poesie in siciliano del poeta alcamese Liborio Dia” .

Caltabellotta centenario Mariano Grisafi con banda

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here