Santo Stefano: Il sindaco lancia allarme per mancanza servizio antincendio

501

Non è stato ancora attivato il servizio antincendio e il sindaco e l’amministrazione comunale di Santo Stefano Quisquina inviano una lettera inviata al presidente della Regione Rosario Crocetta e all’assessore al Territorio e Ambiente Maurizio Croce, esprimono forte disappunto e manifestano grande preoccupazione per il mancato avvio del servizio antincendio boschivo, in un territorio montano agrigentino, come quello stefanese dove i boschi sono estesi migliaia e migliaia di ettari.

“Il mancato avvio al lavoro di detto personale – scrive il primo cittadino Francesco Cacciatore – oltre che delineare una piaga sociale che comporta notevoli problemi sotto il profilo occupazionale potrebbe causare enormi danni al patrimonio boschivo con tutte le conseguenze ambientali che ne deriverebbero per via dei tanti incendi che si verificano durante la stagione estiva”. L’amministrazione civica esprime la massima solidarietà ai lavoratori e nel contempo si denuncia la viva preoccupazione che gran parte del nostro patrimonio boschivo possa essere distrutto durante l’estate.

Alla Regione viene chiesto di attivare tutti gli atti necessari al fine di arrivare in tempi brevi ad una soluzione per risolvere la situazione che può avere gravi ripercussioni sull’ambiente e sulla incolumità dei cittadini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO