Montallegro: 7 operatori ecologici occupano sala del sindaco

1031

I sette operatori ecologici, con il cambio della ditta agrigentina che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, rischiano il licenziamento, occupano simbolicamente la stanza del sindaco e invitano il primo cittadino Pietro Baglio ad individuare una soluzione per il mantenimento del posto di lavoro. E’ accaduto ieri mattina, quando la nuova ditta, la Giglione Servizi Ecologici di Ioppolo Giancaxio, a cui l’ufficio tecnico del comune di Montallegro ha affidato il servizio con una gara di appalto con cottimo fiduciario, ha fatto intendere che avrebbe espletato il servizio di raccolta dei rifiuti, con l’utilizzazione di personale in proprio. I sette lavoratori già in servizio per tutta la mattinata hanno occupato la stanza del palazzo comunale.
Il sindaco Baglio ha pertanto inviato una nota non solo all’impresa Giglione, ma anche al prefetto di Agrigento e i sindacati dei lavoratori, evidenziando che in base all’articolo 6 del contratto nazionale del lavoro il personale in servizio, con la ditta Iseda, deve transitare per legge nella nuova ditta che ha preso in appalto l’opera. A seguito dell’intervento del prefetto Diomede, che si sta attivando a trovare una soluzione al problema occupazionale, i lavoratori alle ore 14 di ieri hanno abbandonato la sala consiliare e hanno annunciato che nella mattinata di oggi torneranno a sedersi nella stanza del sindaco Baglio, se non avranno risposte esaurienti e positive per la continuazione dell’attività e della raccolta dei rifiuti solidi urbani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here