Ribera: Le manifestazioni estive nei comuni dell’interno montano

1030

L’estate ha già preso il via, anche dal punto di vita meteorologico, ma parecchi comuni non hanno ancora programmato in maniera definitiva i programmi e il calendario delle manifestazioni estive. Le cause sono molteplici, ma le difficoltà che parecchi Comuni e civiche amministrazioni incontrano vanno ricercate nei tagli dei trasferimenti finanziari regionali e statali e soprattutto, a causa di tali decurtazioni, la mancata approvazione tutt’oggi dei bilanci comunali
Molti amministratori comunali sono stati chiari. “Incontriamo diverse difficoltà per reperire i fondi – ci hanno detto alcuni sindaci dei paesi dell’interno montano agrigentino – per siamo in ritardo e cerchiamo di organizzarci al momento con manifestazioni culturali e sportive che si presentano costo zero. E meno male che nel periodo estivo si svolgono diverse feste religiose e tradizionali che, organizzate dai comitati cittadini con fondi della popolazione, occupano, tra i mesi di luglio e di agosto, alcune settimane durante le quali, oltre all’arrivo dei turisti, nei paesi trascorrono le ferie estive i nostri emigrati provenienti da paesi di tutta Europa e anche da oltre oceano”.

Cattolica Eraclea Caligola al teatro greco di Eraclea Minoa
A Cianciana l’amministrazione civica guidata da Santo Alfano ha organizzato ad oggi il 19 luglio un incontro con gli stranieri che sono presenti in paese e con gli emigrati, il 31 luglio la tradizionale festa di “Ciciri e favi caliati” che vuole rappresentare la bontà del buon raccolto realizzato nelle campagne. Il 15 agosto è in programma la festa della Madonna, molto sentita, che richiama tante famiglie che arrivano di proposito dall’estero.
A Calamonaci durante l’estate tiene banco per un’intera settimana, in agosto, la festa religiosa di San Vincenzo Ferreri e le “rigattiate” di San Giovanni e di San Michele. Il primo cittadino Enzo Inga ha annunciato che saranno organizzate mostre di pittura e di fotografia di giovani locali, un incontro con gli emigrati che tornano da Francia, Belgio, Germania e Inghilterra, serate in piazza con spaghettate, balli, danze, giochi sportivi e notti bianche.
A Burgio l’amministrazione civica ha programmato ben quattro settimane dedicate al teatro, alla cultura, ai giochi antichi e tradizionali e all’ambiente. Il sindaco Vito Ferrantelli ha predisposto un programma che prevede la risalita a piedi, fino alle sorgenti, del fiume Sosio-Verdura con centinaia di partecipanti, la rappresentazione di 4-5 opere teatrali di compagnie agrigentine all’interno del Parco della Rimbembranza, un campionato del mondo dei “carruzzuna” e la terza edizione del Premio della Campana di Burgio che viene assegnato a quanti portano nel mondo il buon nome della città.
A Santo Stefano Quisquina il sindaco Francesco Cacciatore e il neo assessore Giovanna Ferraro hanno approntato un programma che sarà definito in settimana. Si vuole lavorare con il teatro amatoriale, con la musica per i giovani e con la cultura. Sono previsti una rassegna di teatro dialettale, una manifestazione che presenterà un carosello equestre, la presentazione di un libro della scrittrice Gabriella Ebano, l’attività sportiva per i giovani, quasi una miniolimpiade cittadina, la celebrazione di due giornate di solidarietà finalizzate per scopi sociali e alcuni spettacoli musicali in piazza con gruppi e band locali per le quali a volte basta una serata in compagnia davanti ad una pizza in trattoria.

Calamonaci Festa san Vincenzo Ferreri
A Villafranca Sicula, nonostante le difficoltà economiche, per la più importante festa cittadina, quella Madonna del Mirto che si svolge dal 28 luglio al 3 agosto, il comitato organizzatore, oltre ai tradizionali fuochi d’artificio, porterà in piazza il cantante degli anni ’60 Bobby Solo per la gioia dei sessantenni. “Per la settimana della cultura – ci dice il sindaco Mimmo Balsamo – dal 5 all’11 agosto sul tema “Emigrazione e immigrazione “ organizzeremo un meeting giovanile a carattere regionale che vedrà la presenza annunciata e confermata del presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta”. L’estate villafranchese si caratterizzerà per la presenza di Giada di “Amici”, di qualche concerti musicale in piazza e della messa in scena di alcune commedie di compagnie amatoriali locali.
A Cattolica Eraclea l’amministrazione comunale, guidata da Nicola Termine, punta, con un fiore all’occhiello,sugli spettacoli di “Teatri di pietra” che si svolgono tra luglio e agosto all’interno dell’area archeologica di Eraclea Minoa, davanti al teatro Greco. Poi concerti e rappresentazioni teatrali in piazza a Cattolica Eraclea, assieme a serate per gli emigrati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here