Ribera: L’ospedale ha una carenza di 120 ore di servizio. I medici arrivano da Sciacca

680

L’ospedale di Ribera ha una carenza di 120 ore di servizio. Per farla breve: servono medici. La strategia dell’Azienda Sanitaria provinciale è stata già attuata con il trasferimento dei dirigenti medici del Giovanni Paolo II di Sciacca, secondo quanto previsto da disposizione già in vigore. Nello specifico la direttiva dell’Asp, di cui non si conosce l’eventuale termine, mira a trasferire, per 24 ore di servizio ciascuno, un medico del pronto soccorso (23 giugno pomeriggio, 29 giugno mattina e 30 giugno notte) e due dirigenti dell’unità operativa di medicina per un servizio di copertura iniziato lo scorso otto giugno e che si concluderà lunedì prossimo. Ed ancora. Un medico del reparto di chirurgia che sarà presso il Parlapiano di Ribera nel pomeriggio del 18 giugno, la mattina del 19 e la notte del 20. Infine, anche un’anestesista del Giovanni Paolo II sarà trasferito presso il nosocomio di Ribera la mattina del 24 giugno, la notte del 25 ed il pomeriggio del 28 giugno. Disposizione dei turni da intendersi come ordine di servizio per coprire i turni risultanti scoperti. La vicenda non è di certo una sorpresa. Durante l’ultimo dibattito politico, è stato il consigliere comunale Salvatore Monteleone, a svelare il piano dell’Asp. Mentre continuate a discutere – disse Monteleone all’amministrazione – continua lo smembramento dell’ospedale di Sciacca, con medici che hanno già ricevuto disposizioni per andare a svolgere servizio a Ribera. Quel pensiero di Monteleone, rimase inascoltato, inghiottito dal dibattito politico. La realtà dei fatti, invece, conferma quanto annunciato proprio da Monteleone in consiglio. La carenza del personale medico presso l’ospedale di Ribera non è certamente una situazione di emergenza – scrivono dalla Cisl regionale – ma è presente da almeno otto mesi. Carenza che non potrà che aggravarsi con il sopraggiungere dei mesi estivi anche per garantire il diritto del personale alle ferie.

Franco Iacch

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here