I carabinieri festeggiano la fondazione dell’Arma

814

I carabinieri in congedo e quelli in servizio hanno festeggiato a Ribera il 201° anniversario della fondazione dell’Arma dei carabinieri. Presso la chiesa madre, come da tradizione, è stata officiata una funzione religiosa alla quale hanno preso parte i militari dell’Arma e le loro famiglie. L’appuntamento annuale è stato organizzato dall’associazione carabinieri in congedo di Ribera, presieduta dal maresciallo Girolamo Angileri in collaborazione con i colleghi della locale tenenza diretta dal tenente Elpidio Balsamo.
La cerimonia ha fatto registrare pure la presenza dei militari dei presidi dei paesi del comprensorio. La messa è stata celebrata dall’arciprete don Giuseppe Maniscalco che ha voluto ricordare durante l’omelia l’impegno dei carabinieri, sempre presenti sul territorio dove, al servizio della popolazione, spesso mettono a rischio la propria vita per l’adempimento del proprio dovere.
Il tenente Elpidio Balsamo, nel suo intervento ha fatto la storia dell’Arma dei carabinieri che, proprio l’anno scorso, ha celebrato anche a Ribera, con una significativa mostra, i duecento anni della nascita, ricchi di eventi che hanno fatto la storia d’Italia. Davanti all’altare maggiore è stata allestito una piccola esposizione di divise e oggetti in uso ieri ed oggi all’Arma. Il maresciallo Michele Gerbino, alla conclusione della funzione religiosa, ha letto la preghiera del carabiniere. I militari e le famiglie si sono poi intrattenuti in un conviviale.
L’associazione dei carabinieri, intitola tata al maresciallo Guazzelli, organizza ogni anno, il 21 novembre, la festa della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei carabinieri, e numerose manifestazioni culturali, sportive, sociali che vedono coinvolti sia i carabinieri in congedo e sia quelli in servizio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO