Ribera: Mala sanità e buona sanità si incrociano all’ospedale di zona

1910

Si incrociano la mala sanità e la buona sanità presso l’ospedale di Ribera dove, alla continua mancanza di personale medico, fa riscontro la soddisfazione dell’utenza che ringrazia per i servizi sanitari ricevuti. E’ successo che il pronto soccorso del nosocomio riberese, che serve i cittadini di una dozzina di comuni del comprensorio, presenta da ben otto mesi una carenza di personale medico. Allo stato attuale l’organico manca di due medici e i servizi vengono assicurati, con turni molto stressanti, dal personale di altri reparti. La denuncia sul rischio della possibile chiusura del pronto soccorso è stata presentata, con un comunicato stampa, da Nenè Mangiacavallo il quale “fa appello al senso di responsabilità del direttore generale dell’Asp di Agrigento e al direttore sanitario affinchè si trovi immediatamente la soluzione al problema della insufficienza di personale medico al pronto soccorso”.
Per sopperire a tale deficienza, i medici dei reparti ospedalieri vengono spostati periodicamente al pronto soccorso, certamente a danno dell’assistenza da offrire agli utenti ricoverati e degli stessi medici che devono sopportare turnazioni massacranti. Tutto va bene finchè finisce bene.

ospedale, ingresso nuovo pronto soccorso FOTO MINIO (2)
Buone notizie, invece, arrivano dall’unità operativa di riabilitazione motoria della Maugeri per la quale la famiglia di Salvatore Bonfante di Mussomeli, che aveva il genitore ricoverato per una forma del morbo di Parkinson e di una vascolopatia periferica che lo immobilizzava, esprime – si legge in una nota inviata alla direzione sanitaria- “soddisfazione, gratitudine e ringraziamenti per tutto il personale della divisione dove professionalità, esperienza, dedizione, tempestività, educazione, umanità e umiltà fanno la differenza per il paziente e per chi assiste” per il primario, i medici, i terapisti, il personale della riabilitazione, infermieristico ed ausiliario.
La testimonianza della famiglia Bonfante ha un valore perché la gratitudine possa essere di esempio a chi magari possa trovarsi in una situazione di bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here