Ribera: Ritornano le palme, dopo la strage fatta dal punteruolo rosso

874

La natura non si dà proprio per vinta se a Ribera, dopo un paio d’anni di stragi del patrimonio palmifero cittadino operate impunemente dal punteruolo ruolo, tornano a nascere da sole le palme, ossia i germogli spuntati dai tronchi delle piante già distrutte e ancora giacenti sui marciapiedi. In diversi viali e in tante strade sono spuntate le palme che già oggi hanno un’altezza di oltre 50 centimetri.
E’ curioso soprattutto sul centrale viale delle Alpi, e anche sulla via Berlinguer (nella foto), vedere le piccole palme della specie “Phoenix canariensis” nascere e crescere tra le mattonelle, accanto alla pianta madre ormai morta, uccisa dalla colonia di punteruolo rosso che tutt’oggi campeggia in città, avendo distrutto tutto il patrimonio pubblico e privato delle palme. Per capire il grave danno che l’insetto bestiale ha fatto al verde della cittadina è sufficiente ricordare che decine e decine di palme della villa comunale e della piazza Sant’Antonino, le più antiche del paese, con quasi un secolo di vita, sono andate totalmente perdute.
L’amministrazione civica, che poco o nulla ha fatto per salvare il patrimonio palmizio urbano, deve intervenire subito per togliere e bruciare i vecchi tronchi per evitare che le larve, ancora all’interno delle piante esanimi, come scoperto ultimamente per delle indagini scientifiche dagli studenti dell’università di Insubria di Varese che hanno prelevato dei campioni, possano attaccare nuovamente le giovani palme che sono tornate a vivere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here