Le scuole agrigentine e l’alimentazione.Il 29 maggio l’expo a Sant’Anna

2082

La provincia di Agrigento ha un’Expo 2015 del comparto alimentare. Artefice dell’iniziativa è l’istituto comprensivo “A. G. Roncalli” di Burgio che, diretto dal dirigente scolastico Vito Ferrantelli, ha coinvolto 20 scuole agrigentine. Al progetto, che è stato realizzato in collaborazione dal comitato tecnico Educazione alla Salute dell’ufficio provinciale del Miur, hanno già aderito le scuole dell’obbligo che, condividendo gli obiettivi formativi della proposta didattica, hanno già lavorato con le attività dell’educazione alimentare a scuola e parteciperanno alle ore 16 di venerdì 29 maggio alla manifestazione finale di Sant’Anna di Caltabellotta dove, tra nutrizione, cibo, sicurezza e sostenibilità, ciascuna istituzione scolastica agrigentina potrà esporre i prodotti tipici della gastronomia locale e dell’artigianato del territorio agrigentino.
“Lo scopo del progetto – ci dice il prof. Vito Ferrantelli, dirigente scolastico – è quello di tutelare la salute e il benessere fisico, valorizzare il patrimonio simbolico e affettivo del cibo, scoprire l’identità e la cultura di un popolo attraverso l’alimentazione”.
Queste le scuole agrigentine che avranno prodotti e stand a Sant’Anna di Caltabellotta: Istituti Comprensivi “Don Bosco” Ribera-Calamonaci, “Crispi” Ribera, “S. Bivona” Menfi, “Contino” Cattolica Eraclea-Montallegro, “Bersagliere Urso” Favara, “Manzoni” Raffadali-Joppolo, “Garibaldi” Raffadali, “A. Frank” Agrigento, “Pirandello” Porto Empedocle, “Quasimodo” Licata, “Manzoni” Alessandria della Rocca- Bivona-Cianciana, “Inveges” Sciacca, “S. G. Bosco” Naro-Camastra, “Manzoni” Ravanusa, “Capuana” Aragona-Santa Elisabetta-Comitini, “De Cosmi” Casteltermini, “Giovanni XXIII” Cammarata, “Tomasi di Lampedusa” Santa Margherita Belice-Montevago, “Fra Felice da Sambuca” Sambuca di Sicilia, “Pirandello” Lampedusa, “Roncalli” Grotte, “Crispi” Santo Stefano Quisquina, “Falcone-Borsellino” Favara, “Giovanni XXIII” Sciacca, “A.G. Roncalli” Burgio- Villafranca Sicula, Lucca Sicula-Caltabellotta e gli Istituti Alberghieri di Bivona e di Sciacca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here