Sciacca: Sanità, Oggi un corso di aggiornamento di medicina di laboratorio

518

La professione del tecnico di laboratorio alle prese con le moderne tecnologie e i recenti traguardi diagnostici. Di questo si parlerà al corso di aggiornamento dal titolo “Le nuove frontiere della medicina di laboratorio”, che si terrà il 15 maggio a Sciacca, nell’ex Chiesa di Santa Margherita. L’evento, organizzato dalla Fitelab Sicilia (Federazione Italiana Tecnici di Laboratorio Biomedico) è rivolto agli operatori sanitari che svolgono la propria attività lavorativa nei servizi di medicina di laboratorio, sia tecnici, che medici e biologi.

Il corso nasce dalla necessità di soddisfare, non solo la formazione degli operatori sanitari, ma anche i nuovi stimoli che provengono dall’incontro e dallo scambio di esperienze nei diversi aspetti della professione del tecnico di laboratorio. Tutto ciò per venire incontro alle esigenze del paziente-utente e per essere sempre al passo con nuove tecnologie e processi tecnici diagnostici che i professionisti della sanità devono affrontare.

Non a caso, l’evento formativo è stato organizzato a Sciacca, diventata negli ultimi anni, epicentro di un territorio dove si va affermando un livello d’innovazione tecnologica sempre più elevato. Nel territorio agrigentino, infatti, diverse sono le strutture sanitarie coinvolte in un processo di automazione tecnologica tra i più importanti della Sicilia occidentale.

L’evento formativo, a cui parteciperanno una ventina di relatori, è suddiviso in due sessioni distinte: quella mattutina dal titolo “Ottimizzazione del personale nella gestione dell’area siero” affronterà le diverse problematiche della gestione dell’area siero a partire della fase pre-analitica, che condiziona fortemente il risultato delle indagini di laboratorio. Nella sessione pomeridiana, “Automazione in autoimmunità”, saranno trattati argomenti relativi alle linee guida sulle malattie autoimmuni ed in particolare alla celiachia e alla reazione avversa ai farmaci.

Direttore scientifico del corso è Angelo Ricotta, tecnico di laboratorio biomedico all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca. “Questo corso è stato fortemente voluto da Fitelab Sicilia, proprio perché in questa parte dell’Isola, operano professionisti sanitari che danno un contributo rilevante non solo all’intera Sicilia, ma al panorama scientifico internazionale. Tutto questo in un periodo storico in cui continua a crescere la richiesta di salute da parte della popolazione, ma continuano, purtroppo, a diminuire, le risorse finanziarie a sostegno del sistema sanitario regionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here