Ribera: Elezioni, candidato D’Azzo, due liste, 40 aspiranti consiglieri, 2 assessori

1539

Sono due le liste che sono state presentate mercoledì scorso a sostegno del candidato sindaco Giovanni D’Azzo. Sono le uniche che, a parte il Nuovo Centro Democratico che sostiene un altro candidato, fanno riferimento ai dei partiti politici nazionali. Appoggeranno la candidatura di D’Azzo sia l’Unione di Centro, che fa capo al deputato regionale Margherita La Rocca Ruvolo, e il Movimento locale “Il Ponte” e sia il Partito Democratico che si presenta unitario.
Mentre la lista Udc-Il Ponte presenta un serie di candidati che in buona parte non hanno avuto a che fare con la politica, quella del Partito Democratico annovera quattro ex consiglieri comunali di ieri e di oggi, il segretario del partito e alcune nuove leve, dei candidati neofiti. La lista dell’Udc fa riferimento all’on. Margherita La Rocca, moglie del cardiochirurgo riberese Giovanni Ruvolo. Il Partito Democratico, finalmente, dopo alcuni anni di discordia interna, si presenta compatto all’appuntamento elettorale del 31 maggio e del 1° giugno prossimo. Nella lista sono presenti tutte le componenti, con la sola eccezione di un gruppo di renziani che appoggiano il candidato Pace.

D'Azzo Giovanni
D’Azzo, per il quale correranno 40 aspiranti consiglieri, ha annunciato nei giorni scorsi i primi due assessori della squadra amministrativa. Si tratta appunto del deputato regionale Margherita La Rocca per l’Udc e di Alfonso Di Carlo, imprenditore, per il PD. Il candidato sindaco, che ha un passato di socialista, anche se non ha mai coperto cariche istituzionali, è uscito allo scoperto da alcune settimane e ha già presentato il programma elettorale suo e delle liste che lo appoggiano.
In particolare, Giovanni D’Azzo da’ assoluta priorità nella sua politica amministrativa al ritorno della gestione pubblica del servizio idrico e ai costi più sostenibili per l’utenza. “I miei obiettivi programmatici – scrive nel programma l’aspirante sindaco – saranno lo sviluppo, la vivibilità, l‘efficienza e la partecipazione”.

Di Carlo Alfonso 2
Per lo sviluppo si impegnerà a programmare il miglioramento dell’agricoltura e del turismo come basi per fare ripartire l’economia, intende garantire la vivibilità con la sicurezza, il decoro, ambiente servizi sociali, scuola, associazioni culturali, musicali, teatrali e sportive. Sottolinea la creazione di un canile comunale, il recupero di beni comunali come il mattatoio, l’ex mercato, la casa degli anziani e il sito di Santa Rosalia e l’attuazione di una nuova gestione dei servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani.

La Rocca Margherita Ruvolo