Ribera: Movimento 5 Stelle, il programma elettorale in 7 punti. Nominati 2 assessori

1270

Con la presentazione delle liste, si è messa in moto la macchina elettorale ed è cominciata la ricerca affannosa del voto in una cittadina dove vi sono quasi 200 candidati per 20 posti in consiglio comunale. Tutti i quattro gli aspiranti sindaci hanno presentato la squadra di governo con due assessori ciascuno.

Il Movimento 5 Stelle ha per candidato sindaco Roberto Lino che ha 33 anni, è  docente precario presso un istituto professionale palermitano e non è stato mai impegnato in politica. In suo appoggio, il Movimento ha presentato mercoledì mattina la lista che è composta da 16 aspiranti consiglieri, tra cui sei donne. In lizza vi sono docenti, casalinghe, agricoltori, studenti, disoccupati e alcuni  professionisti. Ha pure nominato due dei quattro assessori che andranno a costituire la squadra di governo comunale.

Roberto Lino ha indicato come suoi stretti collaboratori Vincenzo Rossello e Daniela Manni. Il primo ha 33 anni, professionalmente è consulente del lavoro ed opera privatamente, mentre la seconda ha 34 anni, è psicologa ed esercita la sua professione presso una comunità per disabili psichici a Sciacca. Domenica mattina primo comizio nella sala convegni del Comune, presente la deputata nazionale Azzurra Cancelleri.

Il Movimento 5 Stelle è la prima volta che si presenta alle elezioni amministrative e negli ultimi due-tre anni ha svolto una politica di forte opposizione all’amministrazione civica, guidata da Pace, pur non essendo presente in consiglio comunale. Nei giorni scorsi, si è presentato alla cittadinanza, con una conferenza stampa, durante la quale non ha annunciato programmi faraonici, bensì un elenco dettagliato di progetti in sette punti. In particolare, i Grillini di Ribera propongono per l’acqua pubblica la risoluzione del contratto con Girgenti Acque e la riappropriazione della rete comunale e delle sorgenti di “Rifesi”, una nuova strategia dei rifiuti che preveda rifiuto-riciclo-risorsa e bonifica delle discariche abusive e dell’amianto, un decoro migliore e la manutenzione di strade cittadine e creazione di piste ciclabili e posteggi rosa, il ripristino delle strade di campagna tutte abbandonate, il taglio del costo della politica con la riduzione delle indennità di sindaco e assessori per creare un fondo comune di solidarietà sociale, la riduzione dell’Imu agricola e delle imposte locali e il miglioramento dei servizi per le località turistiche di Seccagrande, Piana Grande e Borgo Bonsignore, oltre alla rivalutazione del centro storico di Ribera.

Lino Roberto

Manni Daniela

Rossello Vincenzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here