Burgio: 22 sindaci della provincia chiedono un incontro urgente con Crocetta per bloccare i commissari per la consegna delle reti idriche

1497

A Burgio domenica pomeriggio erano in 22 i sindaci dei comuni agrigentini che si sono incontrati nella sala consiliare “Livatino” per decidere di chiedere un incontro al presidente della Regione Siciliana Crocetta e per scrivere una lettera al presidente della Repubblica Mattarella con lo scopo di far tornare pubblica la gestione del servizio di distribuzione dell’acqua potabile.
Potevano essere in 27 i primi cittadini, ma 5 sindaci hanno comunicato l’adesione, ma sono stati bloccati altrove per impegni assunti da tempo. Hanno trovato l’unità i sindaci agrigentini perché alla riunione, promossa dal primo cittadino di Burgio Vito Ferrantelli, c’erano sia i sindaci “ribelli” che non hanno consegnato le reti idriche e sia gli amministratori comunali cosiddetti “pentiti” che invece da alcuni anni hanno passato impianti e sorgenti alla società Girgenti Acque e che ora vogliono tornare alla gestione pubblica.

Burgio riunione sindaci agrigentini per acqua pubblica FOTO MINIO
Ha aperto i lavori Vito Ferrantelli che ha letto la lettera-documento che sarà inviata ai presidenti Mattarella e Crocetta e ha relazionato il sindaco di Bivona Giovanni Panepinto, deputato regionale, che ha fatto riferimento alle decisioni assunte dalla quarta commissione regionale dell’Ars circa la diffida della Regione per l’invio dei commissari nei comuni che non hanno consegnato le reti idriche e circa gli emendamenti che saranno presentati mercoledì dall’on. Trizzino.
E’ stato concordato che sarà chiesto un incontro urgente al presidente Crocetta e che tutti i sindaci parteciperanno alla manifestazione per l’acqua pubblica che, indetta dai Forum, si terrà ad Agrigento il 7 marzo prossimo. Sono intervenuti nel dibattito i sindaci di Burgio Ferrantelli, di Bivona Panepinto, di Cianciana Alfano, di Montevago Impastato, di Santo Stefano Quisquina Cacciatore, di Menfi Lotà, di Sambuca di Sicilia Ciaccio, di Casteltermini Sapia, del presidente del consiglio comunale di Bivona Bruno, del coordinatore studentesco di Sciacca Mosca e del coordinatore dei comitati dell’acqua pubblica Zambuto.
I sindaci si sono dati appuntamento alla prossima settimana.