Associazione culturale “Michele Palminteri”: in scena domani “San Giovanni decollato”

1854

Nuovo debutto per gli attori della compagnia teatrale e associazione culturale “Michele Palminteri” di Calamonaci, andrà in scena domani sera alle ore 21:00, presso il teatro Aldo Nicolaj, la commedia in tre atti di Nino Martoglio “San Giovanni Decollato”. Fu proprio questa la rappresentazione che segnò il debutto della compagnia nel 1989, venticinque anni fa. L’associazione calamonacese si prepara così a festeggiare sul palcoscenico il suo quarto di secolo.

“Per noi – ci dice il presidente Calogero Montalbano – è un orgoglio poter tagliare il traguardo dei 25 anni di attività. Abbiamo pensato bene, quest’anno, di riportare in scena la commedia con cui la compagnia debuttò nell’89: ci sembrava il modo migliore per festeggiare questa ricorrenza e ricordare così, a noi stessi e al pubblico, quanto tempo è trascorso da allora. In questi anni la nostra presenza sul territorio è stata costante,  nell’hinterland difficilmente si può trovare una compagnia così longeva. Certamente è una grande soddisfazione, ma il nostro augurio è quello di trascorrere ancora tanto altro tempo insieme sempre all’insegna del teatro, della cultura e dell’arte. Nel corso di questi anni l’associazione è riuscita a coinvolgere nelle sue attività oltre 300 persone rappresentando senza dubbio un’alternativa all’ozio, alla strada e al far nulla in generale. Questo per noi è il traguardo più grande!”

Tantissime le opere portate sul palcoscenico nel corso degli anni dalla compagnia, che si contraddistingue per la particolare attenzione allo studio delle tradizioni popolari siciliane. Fra gli autori ricordiamo, oltre a Martoglio, anche De Filippo, Scarpetta e Russo Giusti.

L’opera di Martoglio – continua Calogero – si inserisce nella vasta produzione del teatro dialettale sicilano. Un classico buono per tutte le occasioni! La commedia è un cavallo di battaglia per la nostra compagnia che l’ha portata in scena diverse volte. Uno sforzo particolare certamente è stato richiesto agli interpreti principali: più un personaggio viene caratterizzato dall’attore e più l’interpretazione risulta vivida e convincente. A quel punto si è sicuri della partecipazione e del divertimento del pubblico.”