Ribera: Si allungano i tempi per la costruzione del ponte Verdura sulla SS 115

1104

Si allungano i tempi per la costruzione del ponte sul fiume Verdura nel tratto della strada statale 115 compreso nel chilometro 136 dell’unica via di transito che mette in comunicazione le province di Agrigento, Trapani e Palermo. La gara di appalto dell’opera pubblica, crollata in parte il 2 febbraio del 2013, potrebbe avere luogo nel dicembre di quest’anno e se dovessero slittare ancora i termini, per via di remore burocratiche di uffici ed istituzioni, i tempi si allungherebbero certamente al nuovo anno ossia al secondo anniversario del crollo dell’importante via di comunicazione.
Lo sostiene l’Anas, con il direttore del compartimento regionale dell’ente ing. Salvatore Tonti, che ha inviato ai sindaci del comprensorio riberese una nota con la quale traccia il calendario degli impegni e dei tempi necessari per fare procedere celermente il progetto esecutivo la cui gara di appalto potrebbe essere prevista entro il 4 dicembre prossimo, a seguito degli espropri dei terreni, delle indagini di natura archeologica sull’area e delle verifiche in sede di Regione Siciliana.
Si parte dal fatto che le aziende agricole interessate dal passaggio del nuovo ponte sono 33 per cui, essendo il loro numero inferiore a 50, è necessario procedere per gli espropri con gli avvisi “ad personam” che pare siano stati già spediti il 22 luglio scorso. Gli agricoltori, cui saranno espropriati gli agrumeti, hanno 30 giorni di tempo per fornire osservazioni e avanzare ricorsi. Per procedere all’approvazione del progetto definitivo ai fin della pubblica utilità bisogna aspettare sino al 17 settembre prossimo.
L’Anas comunica che entro ottobre avrà luogo l’esame delle prescrizioni e entro novembre la Regione dovrebbe verificare il progetto esecutivo in sede di Via + Inca. Dopo la dichiarazione dello stato di pubblica utilità si potrebbe procedere con l’acquisizione delle aree, con l’occupazione d’urgenza e con l’inizio delle indagini archeologiche, una trincea ogni 20 metri di tracciato. Forse, se tutti i tempi saranno rispettati, la gara potrebbe svolgersi prima delle feste di Natale. Diversamente, l’appuntamento potrebbe slittare tra gennaio e febbraio 2015, a due anni esatti dal crollo del ponte sulla SS 115. Nelle settimane scorse i sindaci di Ribera, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Lucca Sicula e Sciacca si erano incontrati più volte per sollecitare Anas e la Regione Siciliana ad accelerare i tempi, chiedendo di saltare a piè pari tutti gli ostacoli burocratici che hanno fatto perdere ad oggi 18 mesi di tempo prezioso.