Ribera: Riconoscimento al filantropo Ezio Tavormina

2425

Significativo riconoscimento, una semplice pergamena di riconoscimento dei valori sociali e umani, per Ezio Tavormina, imprenditore riberese, che da tempo è il benefattore della collettività riberese con la sua periodica attività di filantropo. Ad indicarlo è stato il Centro di Solidarietà “Giovanni Paolo II” di Ribera, l’associazione onlus che distribuisce derrate alimentari alle famiglie bisognose, locali e straniere. A consegnargli l’attestato, ieri mattina, nella sala dei sindaci, il primo cittadino Carmelo Pace, alla presenza dei dirigenti dell’associazione, Gioacchino Tortorici, Ignazio Matinella e Rosaria Spataro.
La motivazione del riconoscimento fa riferimento alla bontà, all’altruismo e alla solidarietà di Ezio Tavormina che da anni ormai mette a disposizione del Centro di Solidarietà, in maniera del tutto gratuita, mezzi, uomini e spese varie per trasportare, quasi mensilmente, a Ribera dal centro regionale del Banco Alimentare di Carini intere pedane di derrate alimentari che vengono distribuite periodicamente alla famiglie riberesi, ai nuclei familiari stranieri e anche ai tanti extracomunitari che arrivano nella cittadina e che hanno bisogno di aiuto e sostentamento.
Da buon imprenditore, Ezio Tavormina, in passato, ha donato delle piante per la ristrutturazione della piazza storica di Santa Rosalia e ha annunciato di volere provvedere disinteressatamente alla messa a dimora di alberi e verde attrezzato nel sito idrico di Santa Rosalia per le cui sorgenti c’è un progetto gratuito, in attesa di finanziamento statale, per la riqualificazione ambientale.