Ribera: Aree e alloggi delle case popolari ceduti dai proprietari al comune

1416

Un buon passo avanti è stato compiuto durante l’ultima seduta del consiglio comunale verso la risoluzione del problema dei 60 alloggi popolari di Largo Martiri di via Fani che dovranno essere demoliti e ricostruiti perché 30 anni fa eretti con cemento depotenziato. Il civico consesso, all’unanimità dei presenti, ha approvato la delibera che sancisce l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale degli alloggi popolari sgomberati nella primavera scorsa. Il passaggio della proprietà di ben 25 famiglie (gli altri 35 alloggi sono in locazione da parte dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Agrigento) era condizione necessaria e fondamentale per permettere l’intervento della Regione Siciliana che ha stanziato per la loro demolizione e ricostruzione ben 12 milioni di euro, già disponibili. Le case popolari consegnate al demanio pubblico sono 23 unità perché per altri due appartamenti si dovrà pronunciare il giudice tutelare del tribunale di Sciacca in rappresentanza di due famiglie.

Ribera I proprietari lasciano le case

“Abbiamo deliberato in sessione straordinaria e urgente – ci dice il presidente del consiglio comunale Giuseppe Tortorici – per permettere un’accelerazione dell’iter amministrativo e tecnico che dovrà portare al più presto alla pubblicazione del bando della gara di appalto dell’opera di edilizia popolare. Sarà compito dell’amministrazione civica stipulare gli atti notarili per il passaggio delle proprietà all’Iacp di Agrigento che realizzerà la ricostruzione di tutti i 60 gli alloggi”.