Lucca Sicula: XV Festa dell’olio

1921

Torna puntuale a Lucca Sicula la tradizionale festa dell’olio giunta alla XV edizione, voluta dall’amministrazione comunale diretta dal sindaco Giuseppe Puccio e organizzata grazie alla collaborazione dell’assessorato regionale all’Agricoltura, Camera di Commercio, Unione dei Comuni “Alto Verdura Gebbia”, Pro Loco Lucca Sicula e istituti scolastici superiori “Friscia” e “Vetrano” di Sciacca.
Si tratta di tre giorni di festeggiamenti cittadini, tra Natale e Capodanno, che avranno per denominatore comunale il pregiato olio extravergine di oliva prodotto da migliaia di agricoltori sul territorio collinare.
Teatro della manifestazione diventerà la piazza e il corso Vittorio Emanuele dove protagoniste diventeranno le associazioni di volontari locali e soprattutto alcune donne, ottime cuoche di famiglia, che prepareranno direttamente sul corso principale per la generale degustazione pane con l’olio extravergine d’oliva, prodotti tipici locali come “muffuletti”, “stroddri”, “sfingi”, il tutto condito da olive verdi e nere, formaggio e vino locale. Interessanti saranno la “salsicciata”, “Li virgineddi”, “La zabbinata di ricotta” e la “Linticchiata” delle quali verrà proposto l’assaggio.
L’inaugurazione della manifestazione, che avverrà in piazza il 27 mattina e che si prolungherà sino a sera di domenica 29 dicembre, prevede la presenza di numerosi stand, un convegno al palazzo Lo Cascio su “La difesa dell’olivo”, un incontro con gli operatori olivicoli di altre regioni italiane, la celebrazione della Messa dell’Agricoltore officiata da padre Zammito e intrattenimenti musicali con Enzo Geraci di Lucca Sicula.
“Abbiamo in programma di concentrare tutti gli sforzi dall’amministrazione civica per favorire la produzione e la commercializzazione dell’olio extravergine d’oliva – ci dice il sindaco Giuseppe Puccio – perché l’economia del nostro paese si basa esclusivamente sull’olivicoltura e sull’olio che i nostri agricoltori esportano in tante regioni, perfino in Germania”.