Mappe e carte geografiche che non studierete a scuola

6436

Alcune mappe e carte geografiche decisamente poco convenzionali che sapranno sorprendervi, e che di certo non vi hanno fatto vedere a scuola.

La mappa mondiale del consumo di caffè elaborata nel 2011 dal World Resources Institute mostra la quantità di questo prodotto (in chili) consumata in media dai singoli individui nel corso di un anno.
Il giallo pallido indica un consumo inferiore a 0,8 chili, l’arancione scuro un valore tra i 6,8 e i 12 chili a testa in 12 mesi. In mezzo ci sono i consumi intermedi: in Italia si consumano circa 5,9 chili di caffè a testa ogni anno.

mappa caffè

Gli sport più popolari nel mondo: In Canada l’hockey sul ghiaccio, in India e Australia il cricket, in Cina il tennis da tavolo e negli USA il football americano. Per il resto, tra gli sport più popolari nel mondo domina il verde del calcio (naturalmente anche in Italia).

sport_1239932

La diffusione di McDonald’s nel mondo: In rosso vedete le nazioni in cui è presente la popolare catena di fast-food; in blu quelle in cui manca. A guidare la classifica dei paesi con il maggior numero di McDonald’s sul territorio troviamo gli Stati Uniti, seguiti da Giappone, Canada, Germania, Gran Bretagna e Cina.
Sulla destra la classifica dei panini più cari divisi per provenienza. Il ristorante più trafficato si trova a Mosca, in Piazza Pushkin: ha 700 posti a sedere e 27 registratori di cassa.

macdonalds-worldwide_1241592

Nella mappa mondiale della popolarità dei social network nei vari paesi del mondo trionfa il blu di Facebook. Quello di Zuckerberg è il social più diffuso in 127 dei 137 paesi analizzati, con, a giugno, 1 miliardo e 155 milioni di utenti unici al mese.

wmsn0613_1024_1244857

C’è anche la mappa dei cognomi più comuni nei paesi europei, in altre parole i corrispettivi dell’italiano “Signor Rossi”.

cognomi_1240153

C’è anche un mappa sulla grandezza del seno. Le donne più prosperose? Vivono in Russia ed Europa del Nord secondo questa mappa delle dimensioni del seno elaborata nel 2010. Se la cavano bene anche America centrale, Venezuela, Colombia e Germania, mentre l’Italia è nella media (insieme al resto d’Europa, Nord e Sud America e Australia).

breast_1244653

 

Fonte: www.focus.it