Ribera: Istituto Toscanini – Lettera al Commissario dell’ex provincia regionale di Agrigento.

1398

Gent.mo Sig. Commissario,

riceviamo presso il ns Servizio Cassa l’accredito dei
dodicesimi di finanziamento 2013 di giugno e luglio e stiamo
provvedendo al tempestivo pagamento degli stipendi di giugno
(docenti supplenti) e luglio (docenti ruolo) nonchè a
tutte le spese connesse alla conduzione dell’immobile locato
ed al funzionamento generale.

E’ ovvio che tale Sua determinazione ha calmierato
significativamente l’attuale tensione che regna tra studenti
e docenti, del tutto ingovernabile in assenza di
provvedimenti risolutivi (continuità del diritto allo
studio, problemi familiari e personali di docenti, ecc.)

Abbiamo appreso dalla delegazione di studenti e famiglie,
che ha ricevuto il 10 us, che la S.S. starebbe per sbloccare
anche i dodicesimi di agosto e settembre 2013; se ciò
fosse confermato la suddetta tensione sarebbe quasi del
tutto risolta nella speranza che la S.S. possa subito dopo,
di concerto con la Regione Sicilana, procedere per chiudere
positivamente il 2013 inserendo in Bilancio il necessario
budget finanziario, stabilito in Convenzione vigente, per
poter avviare regolarmente l’A.A. 2013/14.

Con la presente, anche a nome del Presidente dott. Pennino,
Le esprimo gratitudine per il lavoro che sta svolgendo al
fine di determinare il salvataggio di questo pubblico
Conservatorio di Musica ormai centrale per il territorio
(250 studenti provenienti da 35 città) nonostante
l’allocazione geograficamente periferica.

Restiamo a Sua disposizione per un’eventuale Conferenza
servizi che Ella vorrà convocare, come da noi
precedentemente richiesto, dopo il 20 pv a conclusione dei
Esami di Stato di 2a sessione attualmente in corso.

In caso di convocazione anche del Presidente, attuale Capo
di Gabinetto dell’Assessore Regionale ai BB.CC., chiediamo
la cortesia di preavvisare per concordare giorno ed orario.

Infine Le comunico che, nonostante gli attuali problemi ed i
disagi provocati dalle dimissioni per giusta causa di un
docente supplente, l’Istituto sta continuando, nei limiti
delle umane possibilità, la sua attività statutaria
senza provocare interruzioni di pubblico servizio con senso
di responsabilità istituzionale di tutti i suoi operatori.

 

IL DIRETTORE

CLAUDIO MONTESANO