Montallegro. Tares: opposizione chiede Consiglio Comunale

1569

I consiglieri dell’opposizione chiedono la convocazione urgente del consiglio comunale per discutere del pagamento delle bollette Tia e Tares che sono state recapitate in questi giorni ai cittadini. “Da giorni siamo continuamente avvicinati da numerosi nostri concittadini, in stato di forte agitazione emotiva, che vedendosi recapitare l’avviso di pagamento acconto Tia / Tares anno 2013 – afferma il capogruppo dell’opposizione Giovanni Cirillo – ci hanno esternato le loro preoccupazioni in merito alle proprie difficoltà economiche familiari di poter pagare la sopraccitata tassa in base alle rate stabilite dal consiglio comunale”. Ad aggravare la situazione economicamente insostenibile – precisa il consigliere Cirillo – sta il fatto che, nell’eventualità che il cittadino non possa effettuare il versamento di quanto richiesto, le somme rimaste da versare saranno recuperate mediante riscossione coattiva, con aggiunta delle spese postali e procedurali.

I consiglieri dell’opposizione consiliare alla giunta guidata dal sindaco Baglio si sono sentiti l’obbligo umano e istituzionale di presentare una richiesta di convocazione di un consiglio comunale urgente ed aperto perché, secondo la minoranza, sembra opportuno ascoltare le problematiche direttamente dai  cittadini montallegresi, con la richiesta contestuale al sindaco Pietro Baglio dell’immediata  sospensione e ritiro degli avvisi di pagamento già notificati agli utenti in modo da poterne modificare la rateizzazione.

Cirillo ricorda di avere avanzato una proposta di modifica della rateizzazione durante il consiglio comunale dei mesi scorsi, ma la maggioranza consiliare non votò la  proposta della minoranza, stabilendo le scadenze 4 e 31 agosto, generando così l’attuale malcontento tra la popolazione. “Siamo stati eletti dal popolo – conclude Cirillo – siamo a loro disposizione per le richieste volte alla salvaguardia dei loro interessi”.