Il portavoce regionale del Movimento 5 Stelle Matteo Mangiacavallo presenta una mozione per l’ospedale di Ribera: “Il governo deve mantenere i 118 posti letto”

1813

Il 12 Giugno, il portavoce regionale Matteo Mangiacavallo (M5S) – insieme a tutto il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’ARS – ha presentato una mozione per l’ospedale di Ribera a seguito delle segnalazioni di numerosi operatori sanitari e medici che lavorano nel nostro nosocomio, i quali, attraverso Ribera 5 Stelle, si sono potuti rivolgere al deputato agrigentino. I reparti della struttura versano in una situazione di sofferenza che non può più essere ignorata, come hanno dimostrato le testimonianze degli addetti ai lavori, nonostante le innumerevoli promesse (nel recente passato) dei dirigenti e della politica che per anni hanno governato in regione e nonostante il silenzio e gli inviti alla calma da parte di alcuni politici Riberesi (negli ultimi due mesi), stranamente coincidenti con l’entrata in scena della fondazione “Maugeri” e del suo polo riabilitativo.

Con questa mozione si vuole impegnare il governo al mantenimento dei 118 posti letto complessivi indicati dal decreto assessoriale 0745 del 2010 affinché vengano garantiti i livelli essenziali di assistenza (i cosiddetti LEA). L’ospedale di Ribera è il primo punto di riferimento, oltre che ai comuni del distretto di Ribera, dei comuni della zona pedemontana (Cianciana, Bivona, Alessandria della Rocca, Santo Stefano di Quisquina ecc.). Il Movimento 5 stelle continuerà ad impegnarsi finchè il governo non si farà carico di questa direttiva e mantenga gli impegni presi dall’Assessorato Regionale Sanità.

                                                                                              Ribera 5 Stelle

                                                                                              Francesco Zambuto

                                                                                                   Antonio Zagra

                                                                                                 Roberto Lino