Ribera: quasi 150 mila euro per l’assistenza domiciliare integrata

1490

Il comune di Ribera è il primo centro siciliano ad essere ammesso nell’apposita graduatoria regionale in base alla quale riceverà dalla Regione Siciliana un finanziamento di 146 mila euro da destinare all’assistenza domiciliare integrata che sarà rivolta ai soggetti in condizione di non autosufficienza o con ridotta autosufficienza temporanea o protratta derivante da condizioni critiche di bisogno socio-sanitario o da patologie addebitabili a persone anziane e disabili.

L’annuncio del finanziamento è stato dato dal sindaco Carmelo Pace e dall’assessore e vicesindaco Davide Caico i quali hanno precisato che gli interventi sanitari, che verranno effettuati all’interno del progetto, riguardano l’assistenza medica, infermieristica, riabilitativa, quelli dell’assistenza alla persona, domestica, abitativa, sociale e psicologica. Il progetto – secondo la programmazione – prevede che vangano erogati livelli diversi di intensità di cure sanitarie sociali in relazione alla complessità dei bisogni assistenziali espressi dagli utenti.

Non si tratta soltanto di assistere qualche centinaio di anziani e disabili della cittadina, ma di curare dal punto di vista sanitario, domiciliare e psicologico gli utenti con diverse difficoltà del bacino del Distretto Socio-sanitario D 6 che è costituito da Ribera, che è il comune capofila, e dai centri di Calamonaci, Burgio, Villafranca Sicula, Lucca Sicula, Cattolica Eraclea e Montallegro.

“Con una punta di orgoglio siamo soddisfatti – afferma il primo cittadino riberese Carmelo Pace – di esser stati il primo comune dell’intera regione ad ottenere la testa della graduatoria e l’assegnazione del buon contributo che ci permetterà di potere effettuare l’assistenza domiciliare integrata per dare una mano concreta a quanti oggi effettivamente hanno bisogno di assistenza socio-assistenziale e sanitaria, specie se sono soli e con familiari lontani  da Ribera per lavoro”.