I presidenti di Consiglio in riunione per acqua, rifiuti, precari e petrolio

1379

Servizio idrico, servizio raccolta rifiuti, questione precari, prospezioni petrolifere. Sono i quattro temi al centro di un incontro tra presidenti di Consiglio comunale del territorio che si è svolta ieri pomeriggio al Comune di Sciacca. L’incontro è stato indetto dal presidente del Consiglio Calogero Bono. Vi hanno partecipato i presidenti Gaspare Bruno di Bivona, Andrea Puleo di Burgio, Luciano Mulè di Caltabellotta, Calogero Augello di Cattolica Eraclea, Antonino Buscemi di Menfi, Giuseppe Arcuri di Montevago, Giuseppe Tortorici di Ribera, Francesco Ciaccio di Santa Margherita, Pietro Bongiovanni di San Biagio.

A riferire oggi dell’incontro, a nome di tutti i presidenti dei Consigli comunali del territorio,  è il presidente Calogero Bono. “Ci siamo confrontati – dice – su importanti temi, per condividere delle scelte e trovare una linea di intervento comune”.

“Come primo argomento – rende noto il presidente Calogero Bono – abbiamo discusso del servizio idrico, del difficile rapporto con la società di gestione, dei disservizi che si registrano nei diversi comuni, con alcuni che hanno provveduto da tempo a consegnare gli impianti e altri ancora no. Si è deciso di intrattenere una interlocuzione più ferma col gestore e di sollecitare maggiore attenzione alla qualità del servizio offerto ai cittadini”.

“Altro tema – continua il presidente Bono – è stato il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Anche in questo caso è emerso un rapporto difficile con la Sogeir, società ormai in liquidazione. Si è approfondita la nuova normativa e si è fatto il punto sulla costituzione delle Srr, con alcuni comuni che hanno già deliberato il passaggio al nuovo sistema ed altri che sono in procinto di farlo”.

Al centro dell’incontro dei presidenti di Consiglio comunale del territorio anche la questione delle prospezioni petrolifere. Il presidente Calogero Bono ha illustrato l’attività di contrasto svolta dall’Amministrazione comunale di Sciacca e le osservazioni deliberate proprio ieri dalla Giunta contro il permesso di ricerca alla società Northen Petroleum Limited. “Si è parlato – riferisce ancora il presidente Bono – di come ogni singolo Comune del territorio può intervenire con un proprio deliberato contro chi in modo scellerato vuol danneggiare le nostre migliori risorse”.

Ultimo argomento affrontato dai presidenti di Consiglio del territorio saccense è stato quello relativo ai precari impiegati negli Enti Locali con contratti in scadenza fra qualche mese. “Una questione – dice il presidente Calogero Bono – molto delicata, che riaffronteremo fra quindici giorni alla presenza del massimo rappresentante dell’Anci Sicilia Giacomo Scala che, contattato ieri telefonicamente, ha dato la sua disponibilità a venire a Sciacca. Quello dei precari è una questione che non può risolvere il singolo Comune, ma tutti gli Enti Locali, con l’Anci in prima linea”.