Taglialavore: “Ci hanno creduto in pochi”. LA VIDEO INTERVISTA

1963

Come già scritto ieri, (leggi articolo) saranno 13 le attività commerciali riberesi che potranno beneficiare  del contributo regionale, stanziato dall’assessorato delle Attività Produttive per la riqualificazione ambientale e la ristrutturazione dei locali. A dirla tutta, saranno in 14 se si considera il Centro Commerciale Naturale “Ribera Città delle Arance”, di cui fanno parte le aziende che riceveranno il finanziamento. Si tratta di uno stanziamento di circa 217 mila euro, avvenuto a conclusione di un percorso intrapreso proprio dal Consorzio e che si inserisce nel quadro di un progetto della Comunità Europea. Tuttavia a “crederci veramente” solo in 13.

Non nasconde il suo rammarico la Dott.ssa Mariateresa Taglialavore, membro del CdA del Centro Commerciale Naturale nella qualità di consulente. “A questo consorzio – dice- nato nel 2012, inizialmente hanno aderito circa una trentina di attività commerciali. Purtroppo, però, hanno creduto in pochi in questo finanziamento: solo 13 attività commerciali più il consorzio inteso globalmente. Questo progetto riguardava le attività commerciali che facevano parte esclusivamente del Centro Commerciale Naturale. Infatti, le aziende che non rimanevano in questo perimetro ne sono rimaste escluse”.

Per quanto riguarda i progetti, la Dott.ssa Taglialavore ci spiega che riguardano l’acquisto di attrezzature per la ristrutturazione e per la riqualificazione estetico ambientale dei locali. Inoltre, ogni attività che ha aderito avrà un segno distintivo. Probabilmente targhette o totem. Un oggetto o qualcosa che li accomuni e che li identifichi come facenti parte del Consorzio e, ahimè, i soli beneficiari riberesi di questo finanziamento regionale.

 

Guarda la video intervista: