Francia, smaltire i rifiuti con le galline in casa

1128

Idea alquanto bizzarra, ma comunque un’idea che va rispettata e che, tutto sommato, ha una missione nobile. Arriva dai cugini francesi e precisamente dal sindaco della piccola cittadina di Pincè, nella regione della Loria. Il Primo Cittadino ha comprato 62 galline da destinare ai suoi 206 abitanti.  Oltre che come (discutibile) animale di compagnia, la gallina mangia gli avanzi delle nostre tavole e produce uova fresche. Insomma con una sola mossa è possibile ridurre al minimo gli sprechi e razionalizzare al contempo lo smaltimento dei rifiuti. Organici in questo caso. Una gallina arriva a cibarsi di 150 kg all’anno di rifiuti organici, risolvendo non pochi problemi di smaltimento all’amministrazione comunale.

E comunque, in generale, in Francia la gallina va di moda. Lo scorso anno a Parigi infatti c’è stato un boom di vendite di pulcini e ovaiole, da tenere sul terrazzo di casa. Attorno a questa tendenza sono nati anche i mini pollai da balcone, per ospitare le galline, oltre che libri (tipo “E se allevassi una gallina” di Michel Audureau) e pubblicazioni per guidare questi neo allevatori di città.